Tratto dallo speciale:

Redditometro 2012: in presentazione il Redditest

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Ai nastri di partenza Redditest, il software online dell'Agenzia delle Entrate per l'autodiagnosi rispetto al Redditometro: ecco in dettaglio come scongiurare l'accertamento sintetico.

Count down per il software di autodiagnosi del Redditometro 2012: l’Agenzia delle Entrate è pronta a presentare il 20 novembre il Redditest che supporterà i contribuenti nell’autovalutazione della propria posizione nei confronti del Fisco:

=>Scopri la differerenza tra Redditometro e Redditest 2012

Il Redditest è uno strumento informatico di compliance studiato dall’Amministrazione finanziaria per consentire ai contribuenti di verificare direttamente online se il reddito dichiarato in fase di dichiarazione è coerente con il tenore di vita presunto in base agli indicatori con cui il Fisco ci classificherà tutti:

=> Leggi come funziona l’accertamento da Redditometro

In caso di forte scostamento sulla presunzione di reddito, i contribuenti potranno correre ai ripari per tempo, evitando di incappare nel tanto temuto accertamento sintetico fiscale.

I controlli automatici,infatti, scatteranno in tutti i casi in cui il Fisco rileverà scostamenti superiori al 20% tra la situazione reddituale dichiarata e quella presunta (calcolata con il Redditomentro) analizzando le spese sostenute nel corso dell’anno di riferimento, verificandone poi la congruità del reddito dichiarato incrociando i dati.

=> Leggi come si applica il Redditometro 2012-2013

Ricordiamo che in tutto sono 100 le voci di spesa analizzate dal Redditometro, ognuna con un diverso coefficiente, riconducibili a 7 categorie: abitazione, mezzi di trasporto, assicurazioni e contributi, istruzione, tempo libero e cura della persona, investimenti immobiliari e mobiliari netti, altre spese significative.

Il software di autodiagnosi stand-alone Redditest verrà illustrato in tutte le sue funzionalità dall’Agenzia delle Entrate il 20 novembre.