IBM punta alle PMI con nuovi software

di Claudio Mastroianni

scritto il

La compagnia americana lancerà una serie di strumenti indirizzati specificatamente alle piccole e medie imprese, per la gestione dei software e delle infrastrutture IT

Il mercato IT dedicato alle aziende di piccola e media grandezza pare avere sempre maggiore importanza. Un fatto che IBM non sembra ignorare, dimostrandosi anche intenzionata a conquistare un posto di rilievo all’interno del settore.

Così, dopo l’annuncio nei mesi scorsi di un blade server direttamente indirizzato alle PMI, ora la compagnia americana ha deciso di completare la sua offerta con una serie di soluzioni software dedicate alla gestione delle applicazioni aziendali e delle infrastrutture IT.

«C’è una grossa quota di mercato che si trova nella categoria delle PMI, che ha davvero bisogno di gestire le infrastrutture tecnologiche e controllare il proprio business in maniera più efficace», ha dichiarato un portavoce dell’azienda.

Per questo motivo il colosso newyorkese metterà a disposizione delle compagnie con meno di 1.000 impiegati una serie di strumenti per controllare le prestazioni di rete, testare i software aziendali prima di introdurli nelle routine produttive e gestirne il ciclo vitale, tutelare la sicurezza dei dati raccolti nel corso dei propri affari.

Peccato per il prezzo dei prodotti, che arriva a toccare in un caso i 49.000 dollari per ogni server che li utilizzi. Tanti ma non troppi, secondo le ricerche di mercato di IBM: «Sì, sono 49.000 dollari, ma offrono un gran valore e sono il prezzo giusto per le imprese di questa dimensione».