Google I/O: Android 2.0 su 20 nuovi smartphone e Google Wave

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Google Android sembra suscitare l'interesse di sempre nuovi produttori, intenzionati ad inserirlo all'interno di 20 nuovi modelli in arrivo entro fine 2009. Nel frattempo già si parla di Android 2.0

C’è gran fermento al Google I/O (San Francisco, 28-29 maggio), dove in scena ci sono Google Wave e Android 2.0, nome in codice Donut.

Da San Franscisco, la casa di Mountain Views fa sapere che sono in aumento i produttori interessati ad integrare il sistema operativo open source nei propri smartphone, con almeno 20 nuovi modelli entro fine anno.

Tra le aziende interessate ad adottare l’SO open source di Google spicca con insistenza il nome Samsung, ma l’elenco comprenderebbe altri nomi importanti: HTC, LG, Motorola, Samsung e Asus, nonché Panasonic e Sony Ericsson.

Secondo quantoo dichiarato da Andy Rubin, responsabile del settore Mobile Platforms di Google, i nuovi dispositivi Android-powered potrebbero essere disponibili in Europa ancor prima che sul mercato americano.

Google avrebbe infatti stretto accordi con i carrier telefonici che prevedono soluzioni personalizzate, con la possibilità di modificare i servizi offerti dai loro prodotti; il gran numero di carrier operanti Oltreoceano implica pertanto una gestazione più complessa ed un time-to-market maggiore.

Nel frattempo, si moltiplicano le anticipazioni su Google Android 2.0, la nuova versione del sistema operativo che potrebbe equipaggiare la nuova generazione di smartphone in arrivo.

L’aggiornamento, dal nome in codice “Dunut“, apporterebbe importanti novità: “Android Search“, per effettuare la ricerca di informazioni, contatti, applicazioni e quant’altro all’interno del dispositivo o anche online e “Text-to-Speech“, che permetterà di utilizzare la voce per controllare il telefono e gestire le applicazioni supportate.

Infine, la versione 2.0 includerà il riconoscimento della scrittura a mano (“Handwriting“). Si tratta in sostanza di novità particolarmente interessanti, che con molta probabilità potranno interessare anche l’ecosistema business e professionale.

L’altra grande novità del Google I/O è Google Wave, un nuovo modello di comunicazione web integrata: email, IM, condivisione foto, video, mappe, Google Docs, e poi ancora LinkedIn, Facebook e Twitter, Google Docs, video, mappe ecc. Basta avviare la comunicazione per “generare l’onda”, ossia la concatenazione del messaggio che viaggerà attraverso tutti gli strumenti web disponibili.

I Video di PMI

PMI.it incontra SisalPay