Server, Ibm in pole position nel mondo

di Chiara Bolognini

scritto il

L'ultima indagine Gartner sulle vendite nel mercato server, nel secondo trimestre del 2008, pone Ibm al primo posto con il 31,2 % del fatturato globale

Secondo i dati dell’ultima indagine realizzata da Gartner sull’andamento del mercato mondiale dei server, la corona di leader spetta a Ibm, che raggiunge il 31,2% del fatturato globale. Più precisamente, se si guarda al secondo trimestre del 2008, il primato Ibm è guidato dai Power Systems e dai System Z. I primi rappresentano il 35,7% del fatturato nell’area dei server Unix, mentre nell’area dei server da più di 250 mila dollari i sistemi Ibm corrispondono al 59,7% del fatturato globale.

Le zone dove Ibm è prima nella classifica delle vendite sono: America, area Emea (722 mila server con un incremento vicino al 15%) e Asia.

Se il fatturato globale cresce del 5,7%, la crescita del mercato dei server, nonostante la crisi economica generalizzata, viene confermata anche dai dati di Gartner relativi alle unità consegnate: si registra un aumento del 12,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Secondo la società le ragioni della crescita risiedono nelle operazioni di upgrade dei server in architettura x86, nella creazione di nuovi data center e nella crescita dei mercati emergenti. In peggioramento, invece, le consegne dei server Risc in ambiente Unix e dei server basti su Itanium (-7,9%).

Se in termini di fatturato il campione è Ibm, in termini di volumi la guida del mercato mondiale, che assomma a 2,3 milioni di unità al trimestre, resta di Hp con 700 mila unità spedite e un incremento di quasi il 9% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Dell si piazza al secondo posto con un aumento del 25%. In caduta libera il fatturato di Sun Microsystems, mentre Fujitsu Siemens resta stabile.