Pc: meno spazio e più risparmio energetico

di Noemi Ricci

scritto il

Acer segue le nuove tendenze del mercato business, presentanto nuovi Desktop ultra-compatti a favore dell'impatto ambientale

Le esigenze del business stanno cambiando: c’è sempre più la necessità di soluzioni prive di componenti e periferiche ridondanti, con dimensioni ridotte al minimo, economiche e capaci al tempo stesso di elevare al massimo i livelli di efficienza. Ma soprattutto è al basso impatto ambientale che le imprese prestano sempre più attenzione.

Acer, uno dei maggiori vendor a livello mondiale nel mercato IT, ha presentato la sua nuova gamma di PC desktop pensata per i clienti enterprise: i PC Veriton ultra Small Form Factor (uSFF), progettati con una particolare attenzione per l’impatto ambientale, il risparmio energetico e di spazio, oltre che per le prestazioni e la stabilità.

Rumorosità ridotta, ingombro al minimo (250x200x60 mm, poco meno di un foglio A4) e soprattutto abbattimento dei consumi di energia: rispetto ai normali desktop da ufficio, gli uSFF possono arrivare a risparmiare fino al 47% di energia, ovvero fino a 123,6 kWh di elettricità l’anno a macchina.

Infine, anche le schede madri sono state pensate per limitare l’impatto sull’ambiente, grazie ai loro formati più piccoli rispetto ai tradizionali, ottenendo oltre a minor materiale da riciclare anche un risparmio sull’uso del metallo (circa 103 tonnellate di materiale metallico su una base di 1 milione di unità).