Comunicazione unificata, AT&T acquisisce Interwise

di Marianna Di Iorio

scritto il

I termini dell'accordo prevedono che la compagnia statunitensi acquisisca Interwise, provider di servizi per la conferenza, per una somma di 121 milioni di dollari

Lo scorso lunedì AT&T ha annunciato i suoi piani per acquisire Interwise, un provider di servizi voce, Web e videoconferenze per le aziende.

Una mossa strategica che dovrebbe consentire alla compagnia telefonica statunitense di inserirsi nel mercato della comunicazione unificata per aziende e competere, dunque, con Cisco e Microsoft.

La società di San Antonio dovrà pagare una somma in contanti pari a 121 milioni di dollari.

In particolare, Interwise dovrà operare come business unit della divisione enterprise di AT&T. Come si legge nel comunicato stampa diffuso dalla società, l’acquisizione dovrebbe essere completata entro il quarto trimestre di quest’anno.

Per Ronald E. Spears, Group President-Global Business Services in AT&T, «le nostre capacità migliorate consentiranno alle aziende di tutto il mondo di utilizzare i servizi di videoconferenza in sostituzione degli incontri faccia-a-faccia. Le soluzioni di collaborazione basate su IP offerte da Interwise aiuteranno i clienti ad accrescere l’impatto delle loro attività, consentendo ai dipendenti di lavorare su progetti comuni in maniera simultanea con colleghi e partner, condividire le informazioni e prendere le decisioni migliori».

Il segmento totale relativo alle conferenze audio, video e Web è in costante crescita e ha raggiunto un fatturato di circa 6 miliardi di dollari. Inoltre, come affermano i ricercatori di Frost & Sullivan, si manterrà lo stesso trend per i prossimi anni.