USA, Dell ricicla i personal computer delle PMI

di Claudio Mastroianni

scritto il

Permetterà alle aziende con meno di 25 dipendenti di disfarsi dei propri personal computer usati, senza preoccuparsi delle possbili fughe di dati sensibili

«Se arriva il momento di disfarsi o riciclare vecchi computer, per un’azienda è fondamentale rivolgersi a un organismo di fiducia, per vedersi garantito un processo sicuro, facile e rispettoso dell’ambiente».

È con queste parole che Dell ha descritto il suo nuovo servizio dedicato alle piccole imprese con meno di 25 dipendenti: un programma di smaltimento dei rifiuti informatici in grado di garantire la distruzione sicura dei dati contenuti in memorie e supporti ottici.

Secondo l’azienda, infatti, «le piccole compagnie sono sempre più preoccupate riguardo alla sicurezza dei propri file, ma sono ancora troppo poche quelle a rivolgersi a servizi di riciclaggio economici ed efficienti». Un’affermazione confermata da un recente studio di IDC, soltanto l’11% delle aziende con meno di 100 impiegati si rivolge a questo tipo di prodotti, a differenza del 65% delle imprese di maggiori dimensioni.

Il servizio costerà all’impresa 25 dollari per ogni computer riciclato, fino a un massimo consentito di 10 pc. Attualmente il programma è disponibile solo negli Stati Uniti, ma non è escluso che possa estendersi anche ad altre nazioni: Dell sta infatti ponendo molta attenzione nel campo della sostenibilità ambientale, tanto da ottenere il plauso di gruppi ambientalisti come Greenpeace.