Flotte aziendali intelligenti con la tecnologia Nissan

di Sergio Ferraris

scritto il

La tecnologia presente a bordo della Nissan LEAF 2013 consente di razionalizzare al massimo il rendimento delle flotte aziendali.

La dotazione tecnologica di un’auto oggi può fare la differenza in termini di efficienza d’uso, soprattutto quando parliamo di utilizzo professionale come nel caso delle flotte aziendali. A maggior ragione se la vettura è elettrica al 100% come la LEAF 2013, che Nissan ha rivisto in quest’ottica introducendo oltre cento modifiche rispetto al progetto originale. Una risposta efficace alle richieste di mercato, che rendono la nuova LEAF ancora più “appetibile” per le flotte aziendali.

I sistemi intelligenti presenti sulla LEAF consentono una maggiore razionalità di gestione dei singoli tragitti e della flotta aziendale, traducendosi in un risparmio in termini di tempi e denaro.

Gestione intelligente

Il sistema Carwings consente un controllo e una pianificazione estremamente accurata dei percorsi, anche in differita. Con il sistema Send to Car di Google, per esempio, è possibile pianificare l’itinerario dal computer dell’ufficio e inviarlo a quello di bordo, che sarà in grado di gestirlo in tempo reale. La tecnologia LEAF consente inoltre di ottimizzare le trasferte individuando il percorso ottimale rispetto ai consumi elettrici e individuare le colonnine di ricarica lungo il tragitto. Durante l’utilizzo, un algoritmo dedicato è in grado di “apprendere” lo stile di guida del conducente e valutare in maniera predittiva la carica residua, offrendo così il massimo della sicurezza sul fronte dell’autonomia, “tarata” sull’utilizzo concreto dell’autovettura.

Comfort e sicurezza

La Nissan LEAF offre il massimo comfort fin dai primi metri di percorrenza grazie alla possibilità di gestire da remoto la climatizzazione dell’abitacolo. É sufficiente disporre di uno smartphone. Un plus ad alta efficienza energetica che ben si sposa con la pompa di calore a basso consumo di cui è dotato il veicolo, soluzione molto diffusa in ambito domestico ma non in quello automobilistico.

Da non sottovalutare poi il fattore sicurezza, strategico per un’auto aziendale, che sulla Nissan LEAF è particolarmente curato visto che tutte le componenti ad alta tensione sono poste al di fuori dell’abitacolo, mentre la strumentazione di bordo è alimentata da una batteria a 12 Volt.

«La tecnologia sta diventando sempre più importante per gli automobilisti, e Nissan intende far sì che tutte le tecnologie introdotte con la nuova Nissan LEAF siano veramente innovative e aggiungano nuove emozioni», ha spiegato Malcolm Holmes, Manager, Audio, IT, Instruments and Switch Design di Nissan. «Non abbiamo usato trucchi: tutte le nostre tecnologie offrono un autentico valore aggiunto all’automobilista e tutte le caratteristiche e funzionalità che abbiamo introdotto con la nuova Nissan LEAF migliorano in modo autentico il piacere di guidare».

Tenere conto di tutte le variabili connesse a un tragitto realizzato con un’auto elettrica consente in ultima analisi di mettere in atto una vera e propria “strategia di guida elettrica”, senza neppure la necessità di dover provvedere a una formazione specifica dei dipendenti, coniugando così il massimo della versatilità nell’utilizzo sul campo dell’autovettura elettrica con la flessibilità interna all’azienda nell’assegnazione del veicolo.