Windows Mobile 6.5 sfida l’iPhone

di Emanuele Menietti

scritto il

Microsoft ha presentato in Italia le novità legate a Windows Mobile 6.5 e al nuovo Windows Marketplace per la distribuzione delle applicazioni di terze parti, con particolare attenzione al comparto business

Mancano ormai pochi mesi all’atteso debutto della versione 6.5 di Windows Mobile. Il famoso sistema operativo sviluppato da Microsoft che anima numerosi telefoni cellulari dovrebbe raggiungere il mercato tra la fine del prossimo settembre e l’inizio del mese di ottobre. Per allora saranno anche noti i nomi degli smartphone compatibili che saranno equipaggiati con il nuovo Windows Mobile.

Le ultime novità sul sistema operativo per i terminali mobili sono state discusse nel corso del Mobile Developer Day 2009 organizzato a Milano da Microsoft. Un’occasione per fare il punto sulla situazione con gli sviluppatori e presentare le strategie commerciali concepite dal colosso dell’informatica per un settore in forte espansione come quello degli smartphone.

«Ci stiamo preparando a una nuova fase dove le pure caratteristiche tecniche dello smartphone lasceranno il posto all’esperienza d’uso. Lo smartphone è un oggetto molto intimo e l’esperienza d’uso deve essere calata nella realtà personale, ragion per cui il lavoro degli sviluppatori locali è fondamentale», ha dichiarato Fabio Falzea, direttore della divisione Mobile Communication Business presso Microsoft, ricordando come la realizzazione di applicazioni e soluzioni espressamente studiate per il mercato italiano sia fondamentale per garantire un buon successo alla nuova piattaforma di Windows Mobile.

Molto utilizzato in ambito manageriale, il sistema operativo per smartphone prodotto da Microsoft ha finora peccato non poco nella fornitura di valide applicazioni concepite per la realtà italiana. Sotto molti punti di vista, Windows Mobile è stato per lungo tempo eccessivamente “americanocentrico” e dunque poco adatto per rispondere alle esigenze degli utenti italiani, desiderosi per esempio di ottenere facilmente gli orari dei mezzi di trasporto di Roma o Torino e difficilmente di New York o Los Angeles.

La nuova strategia di Microsoft mira dunque a sovvertire tale tendenza, offrendo una nuova gamma di applicazioni per i mercati locali realizzata direttamente dagli sviluppatori di terze parti. Il sistema, molto simile a quello già sperimentato con successo da Apple con il suo App Store, potrà fare affidamento sulla nuova piattaforma distributiva di Windows Marketplace. Una volta realizzata un’applicazione per Windows Mobile, gli sviluppatori potranno vendere il loro software sul Marketplace in revenue share al 70% con Microsoft.

«Il mercato delle applicazioni per il mobile che si sta delineando è molto simile a quello che ha guidato lo sviluppo dei siti web degli anni ’90: la domanda di applicazioni utili, perfettmente fruibili dal cellulare e intuitive è destinata a crescere, sia da parte delle aziende che da parte dei consumatori. […] Le più importanti aziende mondiali, leader nel mercato delle applicazioni per il mobile, hanno già firmato un accordo per essere tra le prime a offrire applicazioni attraverso Windows Marketplace for Mobile e siamo convinti che il nostro negozio virtuale possa rappresentare un’opportunità eccezionale non solo per gli sviluppatori di tutto il mondo, ma anche per gli utenti che potranno accedere a un nuovo modo di vivere e gestire la propria digital life», ha aggiunto Fabio Falzea durante l’incontro con gli sviluppatori tenutosi a Milano.

Il manager di Microsoft ha poi ricordato come le stime degli analisti prevedano un vero e proprio boom per il mercato delle applicazioni per smartphone nel corso dei prossimi anni. Il business delle mobile application dovrebbe concludere il 2009 con una cifra intorno ai 2,7 miliardi di dollari per arrivare a generare nel corso del 2013 ben 13 miliardi di dollari. Un comparto in piena espansione e irrinunciabile per Microsoft, determinata a recuperare rapidamente il terreno perso nei confronti di Apple e del suo vincente modello di business che coniuga iPhone e App Store.

Il nuovo Windows Marketplace for Mobile potrà fare riferimento all’ampio bacino di utenti che utilizzano la versione per smartphone del famoso sistema operativo sviluppato da Microsoft. Su scala globale, Windows Mobile è già presente in 55 nazioni, è adottato da circa 160 operatori mobili e conta circa 18mila applicazioni già realizzate principalmente per il comparto business e della produttività.

L’arrivo in Italia entro l’inizio del prossimo autunno dell’attesa versione 6.5 potrebbe rilanciare sensibilmente le vendite degli smartphone equipaggiati con Windows Mobile, rivelandosi un valido volano per una rapida crescita del nuovo Windows Marketplace sia sul fronte consumer che nel settore dei professionisti.