LG, una strategia in 3D

di Barbara Weisz

scritto il

L'azienda presenta quattro nuovi prodotti al MWC di Barcellona, fra cui il primo smartphone in 3D. Nel 2011 punta su forte crescita degli smartphone

Tre nuovi smartphone, ognuno con un suo record: l’Optimus 3D è il primo in 3D (senza occhialini), l’Optimus Dual è il primo con processore dual-core, e l’Optimus Black è il più sottile del mondo (e punta anche sulla tecnologia Nova per lo schermo). E anche un tablet, l’Optimus Pad.

Lg si presenta al Mobile World Congress di Barcellona con una linea di nuovi prodotti ad alto tasso di innovazione e non nasconde i propri, ambiziosi, obiettivi. Quest’anno l’azienda «emergerà come leader nella nuova generazione di smartphone e tablet», dice chiaro e tondo Jong-seok Park, presidente e Ceo di Lg Electronics Mobile Communications Company, e aggiunge: «quello che vedete oggi è solo l’inizio».

Gli obiettivi, dichiarati, per questo 2011 sono in linea con il tenore di queste affermazioni. Lg vuole vendere 150 milioni di telefonini, il 30% in più rispetto al 2010. Gli smartphone contenranno per il 20%, quadruplicando i precedenti livelli, raggiungendo quota 30 milioni di unità e un peso, sul totale del fatturato, pari al 50%. Il produttore coreano pianifica dunque una riscossa in grande stile, da perseguire attraverso il lancio di 20 nuovi modelli di smartphone.

Al servizio di questo piano, importanti investimenti in ricerca e sviluppo e in quality management. Anche qui, ci sono target precisi: ampliare la propria forza lavoro nel settore R&D del 15% circa, portandola a circa 6mila persone. E ancora, la promozione dei propri prodotti e servizi attraverso partnership strategiche.

«Stiamo già concentrando tutte le nostre risorse nel fornire la più ampia varietà di smart devices a tutti i tipi di consumatori», aggiunge Jong-seok Park.

Una strategia che rappresenta un’ulteriore dimostrazione dell’importanza che nel futuro prossimo il mercato degli smartphone e dei nuovi devices mobili è destinato ad avere per i grandi player mondiali.

Ma vediamoli, questi prodotti. Innanzitutto, l’Optimus 3D: esperienza completa tridimensionale senza l’ausilio degli occhialini, un’innovativa architettura dual core, dual channel e dual memory, per prestazioni velocissime. Processore dual core 1GHz OMAP4, che vanta video decoders «quattro volte più potenti» rispetto ai concorrenti. Connettività multipla. È basato su Android (come tutti gli altri devices presentati), inizialmente in versione 2.2 (Froyo), successivamente aggiornato con il 2.3 (Gingerbread).

In Europa e in Italia, sarà nei negozi nel secondo trimestre, prevedilmente in maggio. C’è anche un accordo con YouTube grazie a cui non solo sarà possibile sperimentare il 3D senza occhialini, ma anche scaricare i contenuti e condividerli instantamente, via YouTube.

L’Optomus Pad è il nuovo tablet. Basato su Android 3.0 (Honeycomb), ha un display da 8,9 pollici, anche qui il processore è dual-core, ha una fotocamera 3D stereoscopica (il display pero’ non gestisce la tridimensioanlità, per guardare i formati in 3D bisogna usare un monitor).

Quanto agli altri due smartphone, l’Optimus 2X è il primo a vantare un processore dual-core, Tegra 2, sviluppato con NVIDIA. Infine, l’Optimus Black, che punta sulla forma molto sottile e sulle prestazioni del display (NOVA, 4 pollici), e che ha già fatto registrare oltre due milioni di preordini in 20 paesi.

I Video di PMI