Cybercrime 2008: Web 2.0 e Windows Vista a rischio

di Redazione PMI.it

scritto il

Nella top ten delle minacce web che ci attendono nel nuovo anno, "infezioni" via social networks e applicazioni web 2.0, attacchi a Windows Vista, Botnet e Phishing

Nuovi pericoli strettamente legati all’utilizzo di strumenti Web 2.0 e attacchi diretti al nuovo sistema operativo di Microsoft Windows Vista, ai servizi VoIP ed IM (Instant Messaging), nuove declinazioni dei più tradizionali attacchi phishing e bot: ecco cosa ci attende nel 2008 secondo le previsioni di McAfee e di Websense, che hanno stilato ciascuno la propria top ten delle 10 principali criticità per la sicurezza nel nuovo anno.

«Le minacce si stanno dirigendo verso il Web e le più recenti tecnologie come il VoIP e l’instant messaging», ha affermato Jeff Green, dei McAfee Avert Labs.
«Si riscontra una maggiore efficienza mirata a rubare dati e manipolare i contenuti di siti web e applicazioni», conferma Dan Hubbard, di Websense.

Ai primi posti, troviamo le compromissioni attraverso applicazioni online, blog e siti di social networking, da cui gli hacker recuperano anche dati personali.
A seguire si collocano gli attacchi bot attraverso malware che rendono i pc degli inconsapevoli utenti dei canali di accesso e diffusione delle “infezioni”, creando vere e proprie reti, le botnet appunto.
I malware parassitari apriranno quindi le porte al crimeware, con un incidenza del 20% in più.

Consistente anche la nuova minaccia dell’Instant Malware, applicazione illecita auto-eseguibile via IM dalla estrema pericolosità, che potrebbe produrre danni ingenti a livello globale, considerata la pervasività dell’instant messaging.

Anche gli attacchi VoIP aumenteranno molto, addirittura del 50%, considerato che le misure di protezione sono ancora indietro in questo campo. Nel novero degli attacchi specifici, si rileva anche il “Vishing“.
Si intensificheranno poi gli attacchi phishing, che colpiranno realtà più piccole e meno note, mentre invece l’adware sembra finalmente al suo declino, grazie al giro di vite attuato dalle autorità nel corso degli ultimi anni.

Infine, come dicevamo, nella top ten trova posto anche il sistema operativo di Microsoft, considerato che sono già 19 le vulnerabilità di Windows Vista riportate nel 2007.

Tra gli strumenti di contrasto più efficaci del momento sta emergendo la virtualizzazione, che nel 2008 apporterà un significativo beneficio alla sicurezza informatica.

I Video di PMI

Video su Facebook: impariamo dai più bravi