Studenti, “Software Libero per la legalità”

di Marianna Di Iorio

scritto il

Assoprovider è promotore del progetto "Software Libero per la legalità", l'iniziativa che punta a diffondere la cultura della legalità nelle scuole e nelle diverse strutture educative

“Software Libero per la legalità”: questo il nome dell’iniziativa promossa da Assoprovider, associazione che “raccoglie” le aziende che svolgono attività di Internet Service Provider.

Il progetto, rivolto alle scuole e ad altre strutture educative, punta a diffondere la cultura della legalità partendo, appunto, dai giovani che rappresentano gli utenti del futuro.

Nell’ambito dell’iniziativa, gli enti educativi riceveranno materiale informativo riguardante il diritto d’autore e il copyleft, insieme ad alcuni interventi descrittivi sulle normative vigenti in materia. Oltre a ciò, le scuole avranno a disposizione software, video, musica e testi diffusi con licenze copyleft.

Come riportato nel comunicato, Assoprovider intende sottolineare che «per diffondere la cultura della legalità probabilmente è più utile adottare una strategia che miri a rendere consapevole il giovane dell’ingiustizia della violazione del diritto d’autore senza però ignorare il bisogno di cultura che questo comportamento rivela ma partendo da esso, proprio come questo progetto intende fare».

Oltre ad Assoprovider, hanno manifestato la loro adesione al progetto anche la Provincia di Napoli, il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Salerno, il Dipartimento di Scienze dell’Università di Chieti-Pescara e diverse scuole.

Maggiori dettagli sono disponibili a questo indirizzo.