Tratto dallo speciale:

Come fare lo SPID e recuperare la password

di Alessandra Caparello

Pubblicato 28 Marzo 2023
Aggiornato 26 Aprile 2023 12:43

Come ottenere lo SPID: guida alla procedura di rilascio e al recupero della password per ogni gestore d'identità digitale.

Chiave di accesso per numerosissimi servizi della Pubblica amministrazione, lo SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale con cui accedere in un click ai servizi online della Pubblica Amministrazione e dei privati aderenti. Attivato da milioni di italiani, consiste in una chiave di accesso digitale univoca per tutti i servizi della PA online. Per il rilascio ci si deve rivolgere ad uno dei fornitori accreditati e per il rinnovo della password la cadenza standard è quella trimestrale.

Vediamo come fare lo SPID online oppure allo sportello.

SPID: cos’è e a cosa serve

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) è una delle metodologie di accesso (assieme a CIE e CNS) ai servizi telematici della Pubblica Amministrazione, sostitutiva dei vecchi PIN.

Prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, servizi comunali, prestazioni INPS, servizi online delle amministrazioni italiane: tutto accessibile con una credenziale univoca (a livello pase, si tratta di una coppia di dati, ossia username e password), ossia una identità digitale personale di ogni cittadino, con cui è riconosciuto dalla Pubblica Amministrazione per utilizzare in maniera personalizzata e sicura i servizi digitali.

Lo SPID consente anche l’accesso ai servizi pubblici degli Stati membri dell’Unione Europea che hanno aderito al nodo eIDAS e di imprese o commercianti che l’hanno scelto come strumento di identificazione e gestione dei dati personali dei propri clienti.

Come attivare lo SPID

Possono richiedere lo SPID tutti coloro che hanno compiuto 18 anni avendo con sé un documento di riconoscimento italiano in corso di validità, la tessera sanitaria o codice fiscale, un indirizzo email e un numero di cellulare. Non è necessario che l’indirizzo di posta elettronica e il numero del telefonino siano intestati al richiedente, ma devono rappresentare – anche per le verifiche di sicurezza – strumenti di utilizzo strettamente personali.

Per ottenere il rilascio di proprie credenziali SPID, occorre dunque rivolgersi ad uno dei gestori di identità (detti identity provider) accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID). Al momento sono: Aruba, Etna Hitech, InfoCamere, InfoCert, Lepida, Namirial, Poste Italiane, Sielte, Register.it, TeamSystem e e TIM.

Ogni gestore offre diverse modalità per richiedere e ottenere SPID. Seguendo le rispettive istruzioni, riportate sul portale ufficiale del Governo dedicato allo SPID (https://www.spid.gov.it/), si può procedere all’attivazione, registrandosi ed effettuando il riconoscimento.

Le modalità di riconoscimento attive sono:

  • di persona, presso gli uffici dei gestori di identità digitale o gli sportelli delle pubbliche amministrazioniche hanno attivato una procedura a sportello o delle postazioni convenzionate con uno o più gestori per la verifica della tua identità. In alternativa, puoi recarti presso le attività commerciali dei privati in convenzione con i gestori di identità.
  • via webcam, con operatore messo a disposizione dal gestore di identità o con un selfie audio-video, insieme al versamento di una somma simbolica tramite bonifico bancario;
  • con Carta d’Identità Elettronica o passaporto elettronico attraverso le app dei gestori di identità digitali fruibili da smartphone o tablet;
  • con Tessera Sanitaria-CNS e firma digitale più lettore smart card e relativo PIN.

L’utilizzo di SPID per il cittadino è gratuito, ma si può attivare scegliendo tra modalità gratuite o a pagamento. Una volta ottenuto, non verrà richiesto nessun costo o canone. I tempi di emissione delle credenziali cambiano in base al gestore di identità e alle modalità di riconoscimento scelte.

Le risposte alle domande più frequenti

Quali sono nome utente (username) e password SPID?

Puoi scegliere il nome utente (username) liberamente e può coincidere con la tua mail. Puoi scegliere liberamente anche la password, nel rispetto dei requisiti di sicurezza previsti.

Risiedo all’estero, come posso ottenere SPID?

Devi essere in possesso di un documento di riconoscimento italiano (carta di identità, passaporto, patente) in corso di validità e del tesserino del codice fiscale, di una e-mail e di un numero di cellulare ad uso personale. Per attivare SPID puoi rivolgerti ad uno dei  gestori di identità digitale accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale.  I gestori di identità che consentono il riconoscimento a distanza per chi risiede all’estero sono contrassegnati dall’icona “EU”  o “mondo”.

Posso attivare l’identità digitale per un mio parente?

SPID è strettamente personale, pertanto per ogni identità SPID intestata a persona diversa bisogna utilizzare un numero di telefono e indirizzo e-mail differenti. Non è necessario che l’indirizzo e-mail e il numero di cellulare siano intestati alla stessa persona richiedente SPID ma devono rappresentare, anche per le verifiche di sicurezza, strumenti di utilizzo personale. Inoltre, esiste la possibilità di richiedere SPID online e di assistere la persona interessata nell’identificazione tramite una delle modalità messe a disposizione dai gestori di identità. Puoi richiedere più di una identità digitale – anche con diversi livelli di sicurezza – rivolgendoti a differenti gestori di identità digitale.

Come accedo con SPID ai servizi online?

L’accesso ai servizi è possibile ogni volta che, su un sito o un’app di servizi, è presente il pulsante “Entra con SPID”. L’accesso ai servizi è sicuro e protetto, anche grazie ad ulteriori verifiche di sicurezza, come ad esempio l’invio di una password temporanea (la cosiddetta OTP – one time password) in fase di autenticazione.

Ho perso le mie credenziali. Come le recupero?

E’ sempre possibile recuperare le credenziali seguendo la procedura di recupero indicata da ciascun fornitore. Ecco di seguito tutti i link.

  1. Se hai richiesto SPID a Aruba segui la procedura di recupero qui: http://guide.pec.it/spid/recupero-dati/procedure-di-recupero-dati-smarriti.aspx –
  2. Se hai richiesto SPID a Infocert segui la procedura di recupero qui:  https://my.infocert.it/selfcare/#/recoveryPin
  3. Se hai richiesto SPID a Namirial segui la procedura di recupero qui:  https://portale.namirialtsp.com/private/user/spid_reset.php
  4. Se hai richiesto SPID a Intesa segui la procedura di recupero qui:  https://spid.intesa.it/area-privata/forgot-password.aspx
  5. Se hai richiesto SPID a Poste segui la procedura di recupero qui:  https://posteid.poste.it/recuperocredenziali.shtml
  6. Se hai richiesto SPID a Register segui la procedura di recupero qui: (username dimenticata) https://spid.register.it/selfcare/recovery/username (password dimenticata) https://spid.register.it/selfcare/recovery/password
  7. Se hai richiesto SPID a Sielte segui la procedura di recupero qui: (password dimenticata) https://myid.sieltecloud.it/profile/recovery/forgotPassword
  8. Se hai richiesto SPID a Tim segui la procedura di recupero qui: (username dimenticata) o qui: https://login.id.tim.it/mps/fu.php (password dimenticata) https://login.id.tim.it/mps/fp.php
  9. Se hai richiesto SPID a Lepida segui la procedura di recupero qui:  https://id.lepida.it/idm/app/recupero_credenziali.jsp