Incentivi, le istruzioni del ministero

di Lorenzo Gennari

scritto il

Da giovedì i consumatori potranno acquistare ciclomotori, cucine, elettrodomestici, abbonamenti a internet veloce, motori marini con gli incentivi del governo

Il ministero dello Sviluppo economico inizia a fornire i dettagli per l’utilizzo degli incentivi varati con il decreto legge n. 40/2010. Si tratta del fondo di 300 milioni di euro a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva che prevede bonus sia per i cittadini sia per le imprese.

A partire dal 15 aprile – si legge sul sito Internet del ministero – il negoziante (o il costruttore) consulterà il call center all? 800 556 670 per conoscere la disponibilità delle risorse finanziarie e fornire una risposta agli acquirenti.

Nei giorni successivi sarà disponibile un portale internet dedicato alla campagna incentivi: tramite il portale i cittadini e i rivenditori potranno conoscere i dettagli dell?iniziativa e le modalità di fruizione degli incentivi.

Per fare un esempio, chi compra la prima casa “verde” potrà disporre di un contributo di 116 euro a metro quadrato, fino a 7mila euro se si tratta di un immobile in classe energetica A e di 83 euro a metro quadrato, fino a 5mila euro per gli immobili in classe B.

La nota dolente dell’iniziativa è che, la maggior parte degli adempimenti burocratici spetteranno soprattutto agli acquirenti. Solo dal 17 maggio, in realtà, si potrà eseguire materialmente il procedimento di prenotazione del contributo (direttamente sul portale).

Poste Italiane, partner del ministero dello Sviluppo Economico nella campagna per gli incentivi a sostegno dei consumi e della ripresa produttiva, nel frattempo, ha attivato un call center informativo e di assistenza per i cittadini e le imprese, che risponde al numero verde 800 123 450 da rete fissa e al numero 199 123 450 da rete mobile (il costo della chiamata dipende dall?operatore telefonico utilizzato).

I Video di PMI