Brevetti, la ricerca online fino al 1989

di Lorenzo Gennari

scritto il

Oltre al servizio web per il deposito delle domande, il sito internet dell'Ufficio italiano brevetti e marchi consente di effettuare ricerche fino agli anni 89/90

Grazie al sito Internet dell’UIBM (Ufficio italiano brevetti e marchi), oggi è possibile trasmettere in rete le domande di brevetti e marchi, complete della documentazione prevista in formato digitale.

Il database presente sul sito permette inoltre la consultazione delle domande nazionali attraverso un motore di ricerca che attualmente risponde mediamente a 50mila interrogazioni giornaliere, con picchi che superano i 90mila.

Tale servizio viene incontro alla principale difficoltà di chi ha intenzione di registrare un marchio ovvero quella che risiede nel lavoro di analisi da effettuare prima di procedere alla registrazione, per evitare di entrare in collisione con marchi anteriori registrati da altri.

La ricerca può essere fatta per codice, data, provincia, testo, titolare, classe ed è possibile combinare i criteri. L?aggiornamento del database, si legge sul sito, avviene periodicamente.

Per quanto riguarda le invenzioni, i modelli di utilità, ornamentali e i disegni, i marchi e le traduzioni, è possibile fare ricerche nel passato fino al primo gennaio 1980. Per le nuove varietà vegetali, i certificati di protezione complementari per i medicamenti e fitosanitari, le nuove topografie per semiconduttori, fino al primo ottobre 1989.

Per le trascrizioni e le annotazioni, invece si arriva fino al primo gennaio 1996. Per le invenzioni e i modelli di utilità, non sono prese in considerazione le domande coperte da segreto militare.

L’ufficio brevetti si è anche attivato per far fronte al problema delle contraffazioni mettendo a disposizione una linea diretta tramite call center, fax e indirizzo di posta elettronica dedicato (anticontraffazione@sviluppoeconomico.gov.it). Insomma, non resta che…inventare.

I Video di PMI

Google Analytics: attenzione alla Frequenza di Rimbalzo!