Italia.it riapre i battenti

di Redazione PMI.it

scritto il

Il portale del turismo italiano è tornato. Il logo "It", che tanto aveva fatto discutere è scomparso, rimpiazzato da una scelta stilistica molto più sobria e minimalista

Il primo impatto con il nuovo sito Italia.it è di grande effetto, ma non per la grafica accattivante o per la particolare tecnologia delle pagine, bensì per i contenuti fotografici. Il ministero del Turismo ha infatti lasciato parlare la storia, la cultura, l’arte e i paesaggi dei luoghi del nostro paese per far leva sull’interesse dei navigatori.

Spicca su tutto la qualità fotografica del sito, i video proposti assomigliano molto a degli spot televisivi, mentre la parte interattiva dei tour virtuali adotta una soluzione a cui ci aveva già abituato l’applicazione Street View di Google. C’è poi uno spazio dove è possibile fare prenotazioni dirette per gli alberghi, con tanto di motore di ricerca e directory divisa per regione, provincia e città.

In realtà, precisa il ministro del Turismo Maria Vittoria Brambilla, la versione che è andata online è una demo che intende assolvere esclusivamente la funzione di spot promozionale per il nostro Paese.

Lo staff ha voluto pertanto garantire un primo apporto alla stagione turistica in corso. Nel frattempo, la redazione di Italia.it si è messa al lavoro per dare attuazione a quello che è invece il progetto del nuovo portale dell’Italia, che sarà pronto in autunno e che dovrà rispondere a tutte le esigenze del turista che oggi naviga in rete.

Poco più di cinque milioni è lo stanziamento per il nuovo Italia.it (a fronte dei 45 milioni utilizzati in precedenza per il vecchio portale) che è stato realizzato in collaborazione con l?Aci. La parte promozionale, su cui la Brambilla ha puntato molto, vera novità del sito, permetterà a tutte le strutture ricettive di avere una propria pagina gratuita sul sito oltre che di effettuare direttamente le prenotazioni.