Firmata intesa con Notariato per “Reti Amiche”

di Lorenzo Gennari

scritto il

Siglato oggi il protocollo d'intesa tra il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, e il Consiglio Nazionale del Notariato, presieduto da Paolo Piccoli, per il progetto "Reti Amiche"

Il protocollo d’intesa per i nuovi servizi nell’ambito del sistema “Reti Amiche” è stato firmato oggi dal ministro della Pubblica Amministrazione e dell?Innovazione Renato Brunetta e dal presidente del Consiglio Nazionale del Notariato Paolo Piccoli.

L’accordo è finalizzato ad avviare un rapporto di collaborazione tra il Ministro, il Consiglio nazionale del Notariato e i Comuni che saranno coinvolti, per la sperimentazione di un progetto di circolarità anagrafica. In questo modo il cittadino che deve effettuare pratiche presso i notai avrà la possibilità di ridurre i tempi di attesa e il numero di attività burocratiche per fornire la documentazione richiesta.

In particolare il progetto sperimentale intende sviluppare la collaborazione tra la rete del Notariato (Notartel) e i servizi dei comuni, che detengono le basi dati anagrafiche. La sperimentazione avverrà tramite il Sistema Pubblico di Connettività per consentire una collaborazione applicativa con il ministero dell?Interno che fornirà le modalità di accesso al sistema delle banche dati anagrafici nazionali.

«La nostra adesione al progetto Reti Amiche conferma che siamo una rete collaudata che fa sistema con la Pubblica Amministrazione – ha dichiarato Paolo Piccoli – per semplificare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini».

Il progetto “Reti Amiche” prosegue quindi lungo la strada che porta ad una burocrazia più vicina al cittadino, moltiplicando i punti di accesso grazie alla collaborazione tra Stato e privati che dispongono di reti in contatto continuo e quotidiano con milioni di clienti. Tutto questo contribuisce alla nascita di una competizione virtuosa tra pubblico e privato, senza oneri per lo Stato e a tutto vantaggio dei cittadini.