Anche la Gelmini parla in video su Internet

di Lorenzo Gennari

scritto il

La politica si fa sempre più viva attraverso i canali video di internet. Anche il ministro dell'Istruzione Mariastella Gelmini, dopo iniziative simili dei suoi colleghi, apre un canale video su YouTube

«Ho deciso di aprire un canale su YouTube perchè intendo confrontarmi con voi sulla scuola e sull’università. Voglio accogliere idee, progetti, proposte, anche critiche. Una cosa però non farò mai: quella di difendere lo status quo o di arrendermi ai privilegi o agli sprechi. Dobbiamo avere il coraggio di cambiare e lo dobbiamo fare insieme».

Parole del ministro dell’istruzione Mariastella Gelmini che accetta la sfida del web e del confronto mediatico. Ultimamente l’utilizzo di Internet per avere un contatto diretto con la popolazione sembra aver influenzato diverse cariche politiche. Si va dal video realizzato dal deputato Roberto Cassinelli per spiegare le ragioni della sua proposta di legge “salvablog” alla video chat sperimentata dal presidente della Camera Gianfranco Fini, dalla numerosa presenza di profili di politici su Facebook, ai siti più o meno interattivi dei vari rappresentanti dei partiti.

Per ora la risposta della rete è stata bipartizan: c’è chi vede tali iniziative solo come vetrine tecnologiche per i promotori e chi invece valuta come costruttive le nuove forme di dialogo.

Per quanto riguarda il ministro dell’Istruzione, dopo i mesi di contestazioni e le manifestazioni di piazza, l’obiettivo dichiarato è quello di “spiegare le riforme in corso senza filtri e in maniera chiara, in modo che ogni studente possa farsi un’opinione sulle iniziative intraprese del ministero”. La Gelmini ha intenzione di rispondere ai ragazzi sui temi della scuola, dell’università e della ricerca ogni settimana.

Al momento si contano più di 360 commenti con 12.585 visualizzazioni del canale. Gli internauti si dividono fra parole di incoraggiamento e di biasimo: si va da «ministro non molli mai la prego» a «un canale su youtube? accogliere progetti? ottimo, ma queste cose le si fanno in tempo, prima di compiere atti scellerati». Anche i genitori presumibilmente partecipano al dibattito, ad esempio con suggerimenti per i programmi delle elementari: «Meno studio dei popoli Khwe e Basarwa e più grammatica grazie» dice un utente che si firma kappa freestyle. Non mancano infine le battute: «Uno scherzo vero? Ammettilo, sei la Cortellesi» dice gianburrone mentre altri non lesinano commenti all?aspetto fisico della giovane ministro: «quanto è sexy!!! ? dice Davideddu73 – è la nuova edwige fenech!!!»