E-procurement: i primi successi di EmPULIA

di Roberta Donofrio

scritto il

Presentate in una conferenza le prime stime del progetto di e-procurement EmPULIA. Lanciato a fine 2007 dalla Regione Puglia ha già riscontrato l'adesione di oltre 500 imprese locali

«Un emporio elettronico che comincia a mostrare le sue grandi potenzialità»: con queste parole l’assessore alla Trasparenza e cittadinanza attiva Guglielmo Minervini ha presentato i primi risultati del progetto EmPULIA, il Centro Acquisti Territoriale (Cat) per la Pubblica Amministrazione inaugurato lo scorso autunno dalla Regione Puglia.

Trentadue milioni di euro investiti nella realizzazione di convenzioni e accordi quadro, circa 500 imprese registrate, 250 contatti Web al giorno nell’ultimo mese sono le cifre che confermano il successo della piattaforma di e-procurement nata per ottimizzare le relazioni di enti pubblici e imprese del territorio.

Destinatari della piattaforma sono gli uffici della Regione, le aziende e gli istituti del Servizio sanitario regionale, enti locali e le aziende private che otterranno l’abilitazione da parte di EmPULIA.

A breve questi soggetti che aderiscono all’iniziativa disporranno anche di una newsletter che consentirà di ricevere gli ultimi aggiornamenti sulle attività promosse dal Cat: convenzioni quadro, gruppi di acquisto per gli approvvigionamenti, mercato elettronico, aste elettroniche, albo fornitori e community per addetti ai lavori.

In questo mese, grazie alla collaborazione di Anci Puglia, partiranno delle attività di formazione e incontri provinciali di promozione del progetto per gli enti locali nelle sedi distaccate della Regione: il 13 per l’area di Brindisi, il 17 per Lecce, il 19 su Foggia e il 20 a Bari, per l’area del capoluogo e il Tarantino.