La metropolitana si paga col cellulare

di Claudio Mastroianni

scritto il

Pronto per il test, a Londra, un nuovo sistema di pagamento che prevede speciali cellulari da utilizzare come metodo di pagamento per i mezzi pubblici e il piccolo shopping

Uno speciale cellulare con integrata una carta magnetica: è quanto hanno ricevuto oggi cinquecento cittadini londinesi, partecipanti alla sperimentazione di sei mesi per un nuovo sistema di pagamento mobile.

Passando il cellulare su appositi lettori, infatti, il possessore del dispositivo potrà effettuare micropagamenti come quelli per i biglietti del trasporto pubblico, quotidiani e riviste, caffè o libri, fino a 10 sterline di spesa massima.

Nel caso dovesse avere successo, la sperimentazione – nata dalla collaborazione fra la Compagnia dei Trasporti di Londra, Nokia, la compagnia telefonica O2, Visa Europe e Barclaycard – potrebbe essere estesa anche in altre zone del Regno Unito e permettere anche pagamenti di cifra maggiore.

Alla base del sistema, uno speciale Nokia 6131 in grado di interfacciarsi con i lettori grazie a dedicati sensori di prossimità, che permetterà agli utenti di continuare le loro conversazioni telefoniche anche durante lo svolgersi della transazione economica.

Una sperimentazione che servirà soprattutto come test per i cittadini, secondo i responsabili di O2: «Quello che andremo a fare sarà cercare di capire come le persone andranno a usare questo sistema, chi lo farà e se considereranno sicuro o meno utilizzarlo come sistema di mobile banking».

I Video di PMI

E-shop: come presentare al meglio i prodotti