eGov made in Italy per l’Argentina

di Paolo Iasevoli

scritto il

LAit, società ICT regionale del Lazio, ha raggiunto un accordo con il sindaco di Buenos Aires per esportare tecnologie legate all'e-government e all'informatizzazione della Sanità

La tecnologia made in Italy espatria verso il Sud America, esprimendo così tutte le potenzialità dell’informatica tricolore nel migliorare gli enti della Pubblica Amministrazione.

Oggi Roma è infatti stata teatro dell’incontro tra Regino Brachetti, presidente di LAit, e Mauricio Macrì, sindaco di Buenos Aires, che hanno avviato una collaborazione per l’innovazione tecnologica volta all’informatizzazione della Sanità e allo sviluppo di strumenti di e-government.

In base all’accordo, la società ICT regionale del Lazio ha messo a disposizione del sindaco della capitale Argentina la propria esperienza nello sviluppo di servizi avanzati ai cittadini, già dimostrate in ambito nazionale.

La particolare situazione argentina, che affida alla Capitale la gestione esclusiva delle strutture sanitarie, ha spinto il primo cittadino a potenziare i servizi ricorrendo all’implementazione di nuove tecnologie, e ponendo quest’obiettivo tra le priorità della sua amministrazione.

Un esempio ancora troppo poco seguito nel Bel Paese, dove l’istituzione delle società ICT regionali sta comunque fornendo un nuovo impulso all’innovazione della Pubblica Amministrazione, configurandosi come catalizzatore dello sviluppo locale e come elemento strategico per la creazione di un sistema che coinvolge imprese, enti e cittadini.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?