Regione Calabria: progetti di sviluppo sostenuti dall’Ue

di Giulia Gatti

scritto il

Ospite a Reggio Calabria in occasione di una manifestazione sullo sviluppo economico del Mezzogiorno, il commissario europeo per la politica regionale Danuta Hübner valuta i i progetti sostenuti dall'Unione europea, come il porto di Gioia Tauro

Il commissario europeo per la politica regionale Danuta Hübner è stata ospite a Reggio Calabria in occasione di una manifestazione sullo sviluppo economico del Mezzogiorno, manifestazione legata alla politica attuata dall’Ue per incentivare la realizzazione di progetti ad alto impatto economico delle regioni del Sud Italia.

Su invito del presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, la Hübner ha visitato i progetti sostenuti dalla politica dell’Unione europea, come il porto marittimo di Gioia Tauro e il centro di ricerca e sviluppo di Lamezia Terme.

Commentando la sua visita, il commissario ha dichiarato: «Le regioni dell’Italia meridionale hanno recentemente ottenuto risultati migliori rispetto alla media italiana in termini di crescita del Pil, ma hanno perso terreno rispetto alla media Ue. Nel corso dell´attuale esercizio finanziario 2007-2013 la politica di coesione le aiuterà a investire di più nei settori dei servizi ad alta intensità di conoscenza, per sviluppare ulteriormente infrastrutture e servizi pubblici e, soprattutto, migliorare la capacità d’innovazione».

In quest’occasione, il commissario Hübner si incontrerà con i rappresentanti del governo regionale e del consiglio regionale della Calabria allo scopo di analizzare le priorità per il programma 2007-2013. All’interno di questo programma, infatti, la regione Calabria potrà usufruire di investimenti pari a 1,5 miliardi di euro prelevati dal Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr).

La poltica di coesione dell’Ue, a livello di poltica regionale europea, ha prodotto importanti risultati nelle regioni del Sud Italia: negli anni dal 2000 al 2006, ad esempio, in Calabria, Campania, Sicilia, Puglia, Sardegna, Basilicata e Molise ben 20 000 imprese sono state sostenute economicamente, e contemporaneamente 588 comuni sono stati collegati alla banda larga.

I finanziamenti erogati per sostenere il progetto di sviluppo delle regioni del Mezzogiorno sono consistenti: previo accordo del Consiglio e del Parlamento europeo l’Italia riceverà 699 milioni di euro nel 2009 e ne ha già ricevuti 1,4 miliardi di prefinanziamento nel 2007-08.