Bonus 500 euro: Carta Docente ai precari

di Redazione PMI.it

scritto il

Anche gli insegnanti precari hanno diritto alla Carta Docente: una sentenza del Tribunale conferma la decisione del Consiglio di Stato su bonus 500 euro.

A pochi mesi di distanza dalla decisione del Consiglio di Stato, che lo scorso marzo aveva espresso un parere positivo riguardo la concessione della Carta Docente anche agli insegnanti precari con assegnazione di supplenze annuali, arriva una sentenza che riconosce ai precari il diritto di ricevere il Bonus da 500 euro.

La sentenza n. 803 del Tribunale di Marsala depositata il 7 settembre 2022, infatti, mette in evidenza come non debba esserci alcuna disparità di trattamento tra i docenti di ruolo e i colleghi precari come destinatari della Carta Docente. Interpretando il testo della legge che ha istituito la Carta Docente, si specifica nel pronunciamento, si evince come l’obiettivo del contributo sia quello di agevolare la formazione, che costituisce un diritto e dovere del personale attivo nella scuola.

I giudici ritengono che la disparità di trattamento tra insegnanti precari e di ruolo non possa essere giustificata, anche tenendo conto delle motivazioni ministeriali che fanno riferimento alla diversa gravosità dell’obbligo formativo:

Né pare potersi sostenere l’assunto del convenuto Ministero secondo cui la Carta del Docente sarebbe uno strumento per compensare la “maggior gravosità dell’obbligo formativo a carico dei soli docenti di ruolo per i quali la formazione in servizio è divenuta adesso attività funzionale obbligatoria, strutturale e permanente” atteso che la Carta stessa viene erogata anche ai docenti part-time (…) e persino ai docenti di ruolo in prova, i quali potrebbero non superare il periodo di prova e, così, non conseguire la stabilità del rapporto.

Il Ministero dell’Istruzione, pertanto, è tenuto a fornire strumenti, risorse e opportunità che garantiscano la formazione non solo al personale a tempo indeterminato ma anche a quello a tempo determinato.