Tratto dallo speciale:

Scuola e Covid: tutte le regole per il rientro in classe

di Redazione PMI.it

scritto il

Cosa prevede il vademecum del MIUR per gestire il rischi Covid nelle scuole a partire da settembre: stop a mascherine e DaD.

La campanella sta per suonare e, seppure in date diverse, a partire dalla prima decade di settembre tutte le scuole italiane riapriranno le porte accogliendo studenti e personale scolastico. Sarà il primo anno senza mascherine dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, tuttavia da parte del Ministero della Salute e del MIUR sono arrivate precise istruzioni precise per limitare e gestire i contagi Covid in ambito scolastico.

Regole Covid a.s. 2022-2023

Il Ministero dell’Istruzione ha inviato un vademecum che fornisce indicazioni ai fini della mitigazione degli effetti delle infezioni da Sars-CoV-2 nel sistema educativo di istruzione e di formazione, per l’anno scolastico 2022 -2023.

Una sintesi che si propone di definire un insieme di misure di prevenzione di base da attuare sin dall’avvio dell’anno scolastico, ma anche di individuare ulteriori misure da mettere in atto solo su disposizione delle autorità sanitarie qualora le condizioni epidemiologiche peggiorino.

Schema delle misure

  • la permanenza a scuola degli alunni non è consentita in caso di sintomatologia riferibile al Covid, febbre superiore ai 37,5 gradi e test Covid positivo. È consentita la permanenza a scuola a bambini e studenti con sintomi respiratori di lieve entità e in buone condizioni generali che non presentano febbre, indossando mascherine chirurgiche/FFP2 fino alla risoluzione dei sintomi;
  • ricambio frequente dell’aria, etichetta respiratoria per tutti e utilizzo di dispositivi di protezione respiratoria (FFP2) e protezione per gli occhi per il personale scolastico a rischio e per gli alunni a rischio (I e II ciclo);
  • sanificazione ordinaria periodica e sanificazione straordinaria tempestiva in presenza di uno o più casi confermati;
  • le persone risultate positive al test diagnostico Covid sono sottoposte alla misura dell’isolamento, mentre per il rientro a scuola è necessario l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare con esito negativo. Non sono previste misure speciali per il contesto scolastico;
  • per accedere ai locali scolastici non è prevista alcuna forma di controllo preventivo da parte delle Istituzioni scolastiche;
  • gli alunni positivi non possono seguire l’attività scolastica nella modalità della Didattica Digitale Integrata.