Tratto dallo speciale:

Concorso straordinario-bis: bando online, domande al via, requisiti e prove

di Redazione PMI.it

scritto il

Bando Concorso straordinario-bis 2022per inserimento docenti di ruolo nella Scuole secondaria: bando online, domande al via, lin e istruzioni.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando del concorso straordinario bis 2022 per immissione in ruolo di personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado (14mila insegnanti) utilizzando i posti residui rispetto alle immissioni in ruolo 2021/22: le domande si inoltrano dal 18 maggio al 16 giugno, inoltrando l’istanza tramite apposito link.  Vediamo cosa prevede il bando in termini di requisiti di partecipazione, svolgimento della prova d’esame.

Bando Concorso straordinario bis

Previsto dal Decreto Sostegni-bis (art. 59 bis del DL 73/2021), il concorso straordinario-bis 2022 è strutturato su base regionale e articolato secondo specifiche classe di concorso. Il concorso è riservato a docenti con tre annualità di servizio svolti nella scuola statale negli ultimi cinque anni (dal 2017 al 2022). Sono esclusi i docenti della prima fascia delle GPS 2021/22.

L’Avviso di apertura delle funzioni telematiche per la presentazione telematica delle istanze – DDG. n 1081 del 6 maggio 2022 “Procedura concorsuale straordinaria di cui all’articolo 59, comma 9-bis, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106” è disponibile sul sito MUR.

Il decreto attuativo riporta la tabella (allegata) con l’indicazione sul a distribuzione dei posti per classe di concorso e regione. Le prove d’esame si devono svolgere in tempo per chiudere tutti i lavori e consentire le immissioni in ruolo a settembre per l’anno scolastico 2022/2023. La selezione, che secondo le stime del Ministero dell’Istruzione coinvolgerà 50mila insegnanti, è finalizzata a conferire un incarico a tempo indeterminato per i vincitori a partire dal 1° settembre 2022.

Concorso straordinario: requisiti di partecipazione

Possono partecipare al concorso i docenti in possesso dell’abilitazione specifica o del titolo di accesso alla classe di concorso, che abbiano svolto nella scuola statale almeno tre anni anche non consecutivi, nell’argo degli ultimi cinque. Almeno uno deve essere specifico per la classe di concorso richiesta. Per quanto riguarda i requisiti richiesti per prendere parte alla selezione, gli insegnanti devono avere:

  • abilitazione specifica o titolo di accesso alla specifica classe di concorso anche conseguito all’estero e riconosciuto in Italia;
  • partecipato alle procedure precedenti ma senza essere stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato;
  • svolto a decorrere dall’anno scolastico 2017/2018 un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi;
  • svolto almeno una delle annualità specifica, nell’arco temporale considerato, relativamente alla classe di concorso per la quale si partecipa;
  • svolto servizio su posto di sostegno, anche senza titolo di specializzazione, fermo restando il possesso del titolo di accesso e anno di servizio specifico.

Sono ammessi con riserva, inoltre, i docenti che hanno conseguito i titoli di accesso all’estero e che hanno comunque presentato la relativa domanda di riconoscimento entro il termine per la presentazione della domanda al concorso.

Compatibilità

  • Chi partecipa al concorso STEM può anche partecipare al concorso straordinario bis: si tratta di due procedure diverse, riferite a due normative diverse, con differenti graduatorie.
  • Sono invece previste limitazioni di accesso al concorso straordinario bis per i docenti assunti da prima fascia o elenco aggiuntivo GPS nell’anno scolastico 2021/22.

Come fare domanda per il Concorso straordinario bis

I candidati possono presentare domanda dalle ore 9,00 del giorno successivo a quello di pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale fino alle ore 23,59 del ventinovesimo giorno successivo a quello di apertura delle istanze. Per accedere alla procedura servono credenziali SPID o CIE o, in alternativa, un’utenza valida per l’accesso ai servizi del Ministero con l’abilitazione a “Istanze on Line (POLIS)”.

Gli aspiranti presentano domanda per un’unica regione e per una sola classe di concorso. Non è possibile fare domanda per  Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta.

Concorso straordinario: prove d’esame

La prova orale: avrà una durata massima di 30 minuti e comprenderà anche la valutazione della capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese, pari ad almeno il livello B2 del QCER, eccetto per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese.

Valutazione della prova

Le commissioni può assegnare 150 punti: 100 per la prova disciplinare e 50 per i titoli, individuati nell’Allegato B del bando (nel decreto DM 108/2022  pubblicato in Gazzetta Ufficiale) assieme alla ripartizione dei relativi punteggi. In base alla valutazione, saranno compilate graduatorie di merito regionali distinte per classe di concorso, di numero non superiore ai contingenti assegnati a ciascuna procedura concorsuale. Vinche il concorso straordinario chi si colloca all’interno del numero di posti messi a bando.

In seguito allo svolgimento della prova orale e alla valutazione dei titoli da parte della commissione, sarà possibile ottenere le graduatorie per la copertura dei posti che dovrebbero essere circa 14mila.