Sblocco assunzioni nel pubblico impiego

di Redazione PMI.it

scritto il

Decreto sblocca circa 1900 assunzioni ordinarie e straordinarie in vari comparti della PA.

Grazie alla firma del Decreto Madia e Padoan, ammontano a 1890 le assunzioni sbloccate nel pubblico impiego, da oggi fino al 2020, con il via libera a nuove chiamate in vari comparti della PA, tra cui INAIL, Agenzia delle Dogane e Ministero dell’Interno.

Il programma di reclutamento prevede assunzioni ordinarie rese possibili dallo sblocco dei fondi tenuti da parte, finora, dal Tesoro e dal Ministero della Funzione Pubblica. A queste risorse si aggiungono altri fondi per assumere anche nei Ministeri dell’Economia e dell’Istruzione.

Per quanto riguarda le assunzioni straordinarie, invece, lo sblocco delle risorse risale ad alcuni giorni fa e come previsto dalla Legge di Bilancio 2018 si basa sull’erogazione di 5 milioni di euro per il 2018, 30 milioni per il 2019 e 50 milioni a partire dal 2020 per ogni anno a seguire.

Pareri positivi sono arrivati da parte di Fp Cgil, che attraverso la segretaria generale Serena Sorrentino ha espresso approvazione per il Decreto che rappresenta un passo importante insieme al Piano triennale di stabilizzazione, come previsto nell’accordo del 30 novembre del 2016.

Dopo questo passaggio, ora è il momento dell’approvazione di un piano straordinario per nuove assunzioni nelle pubbliche amministrazioni. Il fabbisogno rimane alto e, allo stesso tempo, le condizioni di lavoro sono sempre più insostenibili, soprattutto per il personale che lavora a contatto con il pubblico.