LeasePlan: il cliente diventa consulente

di Andrea Barbieri Carones

scritto il

Flotte auto aziendali: per capirne e anticiparne i bisogni, LeasePlan Italia organizza dei board con alcuni clienti; quest'anno col supporto di Volvo.

L’obiettivo è capire in anticipo quello che vuole il cliente, arrivando a risolvere i problemi possibilmente prima che si manifestino. Solo teoria? A guardare la filosofia di LeasePlan, sembra proprio di no. Questa che è una delle principali società di gestione di flotte auto aziendali e noleggio a lungo termine è riuscita a tradurre in realtà. Come? Creando una sorta di organismo consultivo con i propri clienti o Client Advisory Board.

Fatto sta che LeasePlan ha confermato questa sua strategia volta a considerare i clienti come partner da ascoltare e come consulenti veri e propri che aiutano a effettuare delle correzioni di rotta nei sevizi offerti. L’obiettivo è anche quello di discutere delle tematiche incentrate sul mondo delle auto aziendali che si va evolvendo insieme alla società italiana, dove – come ha mostrato una ricerca Eurisko – sempre più donne assumono incarichi lavorativi di rilievo con conseguente cambio di strategia da parte del management in quanto a concessione di benefit.

“Questo ci permette di capire sempre meglio, a livello strategico, il comportamento dei nostri clienti e il loro orientamento, fornendoci strumenti preziosi per poter anticipare i loro bisogni” ha detto Mauro Manzoni, business development manager di LeasePlan Italia. “Ogni membro del Club può condividere idee, esperienze e know-how per definire in maniera trasparente ed intelligente una strategia di approccio al noleggio a lungo termine che guardi realmente al futuro anticipandone i passi”.

L’obiettivo sarà sempre più, in futuro, quello di rendere il CAB una vera e propria community esclusiva, in cui condividere le tematiche strategiche care al settore delle flotte auto aziendali: il CAB non si esaurirà con l’evento in questione, ma sarà un continuo filo diretto tra noi e i clienti anche attraverso i nuovi “linguaggi di comunicazione” moderni, in voga negli ultimi anni.

Al lato pratico, questi board avvengono con giornate di lavoro alle quali partecipano al massimo una quindicina di fleet manager aziendali che si confrontano durante una mattinata. Il pomeriggio è solitamente impiegato all’incontro con i fornitori auto che cambiano di anno in anno: se lo scorso anno fu Renault, quest’anno è stata Volvo a presentare soprattutto la sua nuovissima V60 ibrida diesel plug in che, mostrata anche in occasione dell Motor Show di Bologna, sarà commercializzata in Italia non prima di un anno mentre lo sarà in via sperimentale solo in alcuni Paesi europei.

Come detto, il piano di scambio tra LeasePlan Italia e i clienti (quest’anno hanno parteciapto Barilla, Accenture, Lavazza, Intesa SanPaolo, Philip Morris, Roche, Ericsson, Procter & Gamble, Whirlpool, Almirall, Repower, Cisco, Diebold e A.T. Kearney Italia) non si limita all’advisory board ma prosegue durante tutto l’anno tramite un dialogo specifico attraverso eventi specifici e per provare le ultime novità in fatto di auto.