Creare un programma di lavoro flessibile in azienda

di Floriana Giambarresi

scritto il

Alcuni suggerimenti per creare un programma formale di lavoro flessibile da adottare in azienda, ideale per ogni professionista. O quasi.

Una buona parte delle aziende di oggi ha già adottato un programma di lavoro flessibile, molto utile a tutti i dipendenti poiché permette meglio di bilanciare lavoro e vita personale. Ma come crearne uno che possa offrire diversi vantaggi alla vostra impresa? Ecco una guida.

=> Scopri i vantaggi e gli svantaggi del concedere il telelavoro

Nel porre le basi per un programma di lavoro flessibile, bisogna capire le ragioni dietro la decisione di adottarlo: sperate di attirare i migliori candidati per le posizioni aperte? Di ridurre i costi? Migliorare il morale dei dipendenti e ridurre il turnover? Determinare gli obiettivi sarà utile. Determinate anche quale flessibilità sarà offerta e a chi: non tutti i dipendenti preferiscono lavorare da casa e altri potrebbero non gradirlo, e altri ancora potrebbero non farlo quindi è importante capire chi ne beneficerà e chi no. Ad esempio, le posizioni dirigenziali genericamente non possono telelavorare, ma potrebbero essere in grado di adottare orari flessibili o part-time.

I manager dovranno imparare nuove competenze per gestire al meglio i dipendenti che lavorano in maniera flessibile: ciò che funziona quando si lavora in ufficio non necessariamente funziona anche gestendolo da remoto, quindi i dirigenti dovranno creare giuste linee guida e lavorare per favorire una migliore transizione possibile al nuovo programma.

=> Scopri come gestire i dipendenti che lavorano in maniera flessibile

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari