Mi metto in proprio

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Mettersi in proprio il pensiero di molti, ma in pochi riesco a realizzare tale sogno, ecco come muovere i primi passi.

Quando si è stanchi del lavoro molto spesso passa per la mente di aprire un’attività propria, poi ci si ferma a pensare alle tasse, i soldi, le idee, ecc. così aprire un’impresa rimane solo un sogno. Prima di avviare un’attività bisogna crearla e come farlo ? Cercando l’idea. L’idea può venire in qualsiasi momento per questo è importante sempre avere con se un quaderno dove segnarle. Ricordando che un’attività porta via molto tempo, dovrebbe quindi trattarsi di un’attività che ci appassiona. Ma bisogna anche fare un analisi di ciò che cerca la gente, e su quali settori è disposta a pagare. Dopo che è stata trovata l’idea valida e unica bisogna crearsi un business plan solido da presentare a eventuali investitori. Determinando i costi basilari dell’iniziativa. Passando poi a calcolare gli affari e valutare la concorrenza.

=> Come lanciare una nuova impresa di successo 

Uno dei punti più importanti è conoscere i regolamenti e le leggi riguardanti il settore, sopratutto informarsi e conoscere tutte le eventuali tasse e i permessi che bisogna avere.  Inoltre è anche necessario un percorso prettamente personale per capire se la scelta fatta sia quella giusta. Mettersi in proprio significa sacrificio, tempo e denaro e spesso porta i risultati sperati dopo un notevole lasso di tempo. Conoscere i pro e i contro di questo percorso è il primo passo per cominciare, ascoltare le storie di chi è riuscito e anche di chi non è riuscito in questo percorso, per capire nella maniera più reale possibile che tipo di difficoltà e di impegni si possono incontrare presa tale decisione.

=> Come iniziare 

Ovviamente tutto può variare dal tipo di attività, dalle possibilità economiche e da tanti altri fattori, capire le proprie possibilità è il secondo passo per cominciare. Ovviamente non tutti i sogni possono diventare realtà, se si ha l’idea di aprire un’attività è necessaria prima una ricerca di mercato per capire su cosa puntare. Infine è importante capire che mettersi in proprio non è sinonimo di libertà e di super guadagni, al contrario spesso questi due elementi sono scarsi e arrivano dopo molto tempo e con enormi sacrifici.

 

=> Quattro passi nell’impresa 

Infine prima di avviare un’attività, bisogna confrontarsi con la propria banca di fiducia per essere informati su tutti i tipi di prestiti offerte alle start-up e sui benefici disponibile per l’impresa.