Tra la pausa e il lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Pranzo di lavoro, attenzione al comportamento.

Il pranzo di lavoro con colleghi e capo si deve affrontare con tranquillità e serenità, ma ci sono comunque degli atteggiamenti da evitare.

Il pranzo è un momento utile per il fisico e la mente soprattutto sul lavoro, può capitare però di avere degli impegni più professionali anche davanti un piatto di pasta. Accade infatti durante alcune pause pranzo di ritrovarsi con capo e colleghi, se per i colleghi è una routine ormai giornalieri, ritrovarsi con i capi potrebbe destabilizzare e impaurire. Il tutto spesso è scaturito dal tipo di rapporto che si ha con i propri superiori, più sarà freddo e distaccato e maggiore sarà la preoccupazione per questi “speciali” incontri, ma non bisogna avere nessuna paura il capo non licenzierà davanti un piatto di pasta. In questi incontri particolari è importante non trasformare il pranzo di lavoro in una pizza con gli amici, per il dipendente il passo è così corto ma per il capo assolutamente no.

Proprio per questo la prima accortezza è quella di non uscire troppo da ciò che è il rapporto sul lavoro, questi tipi di incontri possono essere un aiuto per farsi conoscere e conoscere lati del carattere proprio e di altri, ma di certo non è utile stravolgere totalmente il proprio comportamento. La semplicità, la naturalezza e un pizzico di professionalità è ciò che dovrebbe accompagnare ogni dipendente, essere troppo controllati o troppo poco rischia di rovinare l’immagine creata sul lavoro, perdendo credibilità ed anche rispetto. Sopra ogni comportamento è vietato ubriacarsi e creare situazioni poco idonee all’ambiente, infine è importante non dimenticare mai che ci si trova con colleghi e capo e non con gli amici, alcuni argomenti anche troppo privati è preferibile non menzionarli.