Microsoft lancia Bing Deals, aggregatore di gruppi d’acquisto

di Noemi Ricci

scritto il

La novità di Microsoft si chiama Bing deals, una sorta di aggregatore online delle offerte dei siti di gruppi d'acquisto, disponibile anche su mobile.

Mentre l’utlizzo dei gruppi d’acquisto si sta diffondendo sempre di più come strategia di marketing tra le imprese, dato il crescente consenso del pubblico, il sito di ricerche di Microsoft lancia un guanto di sfida ai siti specializzati come Groupon. Bing ha infatti annunciato l’arrivo di un nuovo servizio denominato “Bing Deals“, che consentirà agli utenti di trovare le migliori offerte a livello locale.

In pratica Bing Deals raccoglierà le informazioni dei diversi deal (Groupon, LivingSocial, Restaurant.com e così via), per un totale di 200 mila offerte in 14 mila città.

Il progetto nasce dalla partnership tra Microsoft e Dealmap, società controllata da Groupon e per il momento Il nuovo servizio è disponibile solo per gli USA, ma è accessibile sia da mobile (m.bing.com) che da Pc.

Secondo quanto riportato sul blog di Bing, dalla sua versione mobile si potrà accedere ad una nuova scheda al cui interno saranno visionabili tutta una moltitudine di offerte sudddivise per tipologia, sconto e posizione geografica. Un pò come già accade sui diversi siti specializzati, gli utenti potranno condividere le offerte, salvarle e soprattutto acquistarle, sia online che recandosi direttamente al negozio. Basandosi su Google Maps, infatti, Bing Deals sarà in grado di proporci le offerte più vicine a noi in quel momento.

Una soluzione che però potrebbe generare conflitti di interessi, visto che con questa operazione Microsoft sorpassa il Colosso di Mountain View. Google, il quale aveva cercato senza riuscirci di acquisire Groupon, per poi annunciare dopo qualche mese la creazione del proprio Groupon. Prbabilmente a breve assisteremo al passaggio alle mappe di Bing per i servizi Dealmap.

Per la versione Pc, la ricerca sarà diversa, bisognerà prima cercare prodotti o servizi, identificare i risultati locali per poi accedere ai deal. I deal potrebbero, infine, essere mostrati anche nella pagina principale dei risultati della ricerca di Bing.

A questo punto non resta che aspettare che Bing Deals arrivi anche in Italia.