IKEA e Movtron insieme per le elettriche

di Noemi Ricci

scritto il

Mille autovetture elettriche saranno messe a disposizione dei clienti business entro il 2011, grazie ad una partnership fra IKEA Corsico e Movitron.

Una nuova iniziativa vuole premiare le energie rinnovabili e promuovere il rispetto ambientale attraverso la diffusione di auto ad emissioni zero. In particolare questa volta è Milano ad ospitare un’idea estremamente interessante, che consentirà di mettere su strada cento auto elettriche entro la fine di questo 2011.

A consentire la distribuzione di mille Teener è la partnership siglata tra IKEA Corsico e Movitron, quest’ultima recentemente venuta alla ribalta per via di altre iniziative legate alle autovetture. Tra queste “e-vai”, il car-sharing realizzato in collaborazione con Ferrovie Nord e Regione Lombardia.

Le auto previste dal progetto saranno disponibili per i possessori di Ikea Family e Ikea Business, che potranno seguire uno specifico programma a partire da questo mese di aprile. Fino al 23, infatti Movitron accompagnerà gli interessati in una campagna di test drive che si tiene presso il parcheggio del negozio di IKEA Corsico.

Un calendario dettagliato pubblicato sul sito IKEA permetterà invece di seguire seminari gratuiti, mentre dal prossimo mese di maggio sarà possibile avere in prestito gratuito la vettura per un intero giorno.

“Tua per un giorno”, questo il nome dell’iniziativa, vuole consentire una valutazione personale delle vetture, prima delle prenotazioni e dell’acquisto diretto (o tramite leasing). In caso di acquisto diretto, rispetto al prezzo di listino al pubblico di 12.000 euro, la Regione Lombardia concede un incentivo di 2.000 euro fino all’esaurimento dei fondi, mentre i soci IKEA FAMILY e IKEA BUSINESS potranno beneficiare di ulteriori 2.000 euro. In conclusione 8.000 euro complessivi, mentre il leasing prevede un anticipo di 1.650 euro, 48 rate mensili da 165 euro più iva e un riscatto finale di poche centinaia di euro più le spese.

I Video di PMI

Quali sono i contenuti migliori per Google?