Icann: via libera ai nomi di dominio aziendali

di Noemi Ricci

scritto il

L'Icann ha aperto la strada ai nomi di dominio personalizzati, dando il via ad un nuovo modo di fare marketing.

L’ente responsabile dell’assegnamento degli indirizzi IP e della gestione dei nomi di dominio di primo livello, Icann (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers), ha dato il benestare all’arrivo di nuovi suffissi per i domini su internet del tipo .xxx.

Una decisione che apre nuove prospettive per le aziende online perché potranno creare un sito con il nome del proprio brand anche nel suffisso in modo da auto promuoversi.

Finora i domini di primo livello erano 22 di tipo generico, i cosiddetti gTLD, ovvero i diffusissimi .org, .edu, .com, .gov, .net e così via. Vi sono poi gli oltre ai 250 geografici  ovvero i classici .it, .fi, .es etc.

In una nota ufficiale dell’Icann si legge che lo scopo dell’iniziativa introdotta è quello di garantire «il diritto per qualsiasi gruppo di creare nuovi top level domain in ogni lingua o script».

Così grandi gruppi del calibro di Apple, Toyota o Bmw, potranno creare siti con il loro nome come suffisso. Una nuova frontiera per il marketing non solo per grandi marche per rendere il proprio nome più competitivo e riconoscibile sul mercato.

La novità annunciata dall’Icann sarà operativa dal prossimo 12 gennaio 2012, quando l’ente inizierà ad accogliere le richieste per i nuovi suffissi.