Dirigenti statali licenziabili

di Redazione PMI.it

scritto il

I dirigenti pubblici non saranno più inamovibili: questa e altre anticipazioni della Riforma della PA annunciata dal Ministro Madia.

I dirigenti statali non saranno più inamovibili dal loro incarico e potranno essere allontanati tenendo conto dei meriti e delle reali necessità delle pubbliche amministrazioni.

=> Riforma PA in arrivo: cosa cambia per i dirigenti

Ancora una volta il Ministro della PA Marianna Madia interviene in merito al Jobs Act e alla Riforma della Pubblica Amministrazione annunciando alcuni punti saldi: se quanto previsto in materia di licenziamento non sarà applicato al pubblico impiego, dove permane la possibilità di reintegro, il ruolo dei dirigenti è destinato a cambiare notevolmente.

Intervistata dalla redazione di Repubblica, la Madia afferma che:

«Abbiamo scelto il modello di una dirigenza indipendente dalla politica, ma l’autonomia non coinciderà con l’inamovibilità dei dirigenti. – E ancora: Prevediamo l’istituzione di una commissione super partes composta da tecnici che deciderà quali sono i dirigenti adatti per un determinato incarico.»

=> I programmi del Governo Renzi per i manager pubblici

Gli incarichi saranno triennali e rinnovabili solo una vota, dopodiché il dirigente attenderà una nuova nomina ritornando al suo “ruolo unico“. Dopo un congruo periodo di inattività, inoltre, il funzionario potrebbe perdere l’abilitazione e il lavoro stesso, diventando a tutti gli effetti licenziabile.

I Video di PMI