Il libro amico del lavoro

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Leggere per migliorare sul lavoro, ecco i motivi.

Il lavoro toglie del tempo e porta via molte energie, in mancanza di questi due elementi l’individuo tende ad eliminare dalla propria vita le azioni meno importanti, tra queste la lettura.

Leggere per il business

La lettura, come moltissime altre attività, viene mantenuta solo dai veri amanti dei libri, gli altri la mettono volentieri da parte. Il problema che si presenta è in realtà più complesso del semplice mi piace leggere e non mi piace leggere, questo perché “le categorie” sono molte di più. Prima di tutto è importante capire che la lettura è utile e serve per se stessi ed anche per la propria carriera, inoltre saper ritagliarsi del tempo da soli per la lettura porta giovamenti anche allo stress e alla concentrazione. Ritornando alle categorie e per la precisione alle tipologie di persone, come già detto, ci sono davvero tantissime varietà e non sempre è semplice capire come, quanto e quando leggere. Ci sono coloro che amano i libri e non rinunciano, che amano leggere ma non trovano del tempo, che leggono ma non sempre, che leggono ma fonti sbagliate ed ancora coloro che vorrebbero leggere ma non trovano libri adatti, sono solo alcuni di moltissimi altri esempi che portano a capire quanto sia complesso il mondo della lettura e soprattutto quanto viene messa da parte con facilità magari preferendo smartphone e tablet.

Business, come adottare buone abitudini

La principale azione è infatti spesso quella di rinunciare, non trovo il libro, non ho tempo, non ho le forze, non ho la voglia e si tende così a scegliere distrazioni più facili come giornali, riviste, telefono, social e via dicendo. La lettura è un processo complesso già da quando si è piccoli, non riesce a trovare spazio fisso nelle abitudini delle persone, almeno nella maggioranza, e quando si inizia a lavorare la situazione è ancora più drastica. Ma alla fine dei conti la lettura serve davvero anche per il lavoro? Assolutamente si ed ecco nello specifico i principali motivi:

  • aiuta lo sviluppo e il perfezionamento del linguaggio;
  • migliora l’espressione orale e scritta;
  • aiuta nelle relazioni umane;
  • facilita l’espressione del pensiero;
  • rende aperti alle riflessioni;
  • aumenta il bagaglio culturale, le competenze e conoscenze;
  • stimola la curiosità intellettuale;
  • risveglia gli interessi;
  • sviluppa la capacità di giudizio, di analisi e di spirito critico;
  • facilita lo sviluppo della fantasia e della creatività.

Gli atteggiamenti mentali che aiutano ad avere successo

Se però tutto questo non basta per cominciare o ricominciare a leggere, bisogna sapere che la lettura porta anche un notevole benessere mentale, questo perché è in grado di rilassare e attivare emozioni che portano positività. Tutto ciò ovviamente si riversa sul lavoro e migliora oltre le proprie relazioni umane anche il proprio lavoro e il proprio benessere in ufficio.

Fonte: Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari