Master in Management, la Bocconi guadagna terreno

di Teresa Barone

scritto il

Bocconi e Politecnico di Milano scalano la graduatoria del FT dedicata al ranking 2013 dei Masters in Management.

L’Università Bocconi scala la classifica pubblicata dal Financial Times dedicata al ranking 2013 dei Masters in Management collocandosi al diciassettesimo posto: a far guadagnare terreno rispetto al passato è il programma biennale Master of science in International management, tenuto in inglese e avviato nel 2006.

=> Scopri quali sono i 100 MBA migliori al mondo

Sessantaduesimo posto, invece, per il Politecnico di Milano entrato in classifica grazie al Master of Science in Ingegneria Gestionale della School of Management. Entrambi i programmi formativi sembrano quindi rispettare i criteri sui quali si basa la graduatoria, tra i quali la mobilità internazionale degli studenti laureati, l’esperienza internazionale degli durante il biennio e l’avanzamento dei laureati dal unto di vista retributivo e della mera carriera.

In prima posizione, invece, si colloca l’University of St Gallen in Svizzera seguita da ESCP Europe che vanta sedi a Parigi, Londra, Berlino, Madrid e Torino. Grande la soddisfazione e l’orgoglio di entrambi gli atenei, come sottolinea Stefano Caselli, prorettore per l’internazionalizzazione della Bocconi.

=> Leggi perché i manager migliori si formano negli USA

«La continua progressione in una classifica estremamente competitiva del nostro Master in International Management è un concreto riconoscimento alla capacità del programma di essere un punto di riferimento per l’attrazione di giovani talenti in Europa, sotto il profilo della qualità, della dimensione internazionale e del successo nel placement e nella progressione di carriera dei laureati.»

I Video di PMI

Come scegliere il contenuto giusto sui social