Un CEO donna in missione umanitaria

di Teresa Barone

scritto il

Il progetto promosso da Avanade e Fondazione Donna a Milano ONLUS per sostenere le donne del Ghana nella prevenzione dei tumori alla cervice uterina.

Sensibilizzare le donne del Ghana sull’importanza della prevenzione legata al tumore alla cervice uterina promuovendo l’accesso a un servizio sanitario migliore proprio grazie all’utilizzo della tecnologia: questo l’obiettivo della nuova iniziativa promossa da Avanade in collaborazione con Fondazione Donna Milano ONLUS che vedrà un team di dipendenti fare rotta per l’Africa il 18 ottobre, supportando il lavoro dell’associazione e guidate dal General Manager e Amministratore Delegato Anna Di Silverio.

=> Vai allo speciale dedicato alle donne manager

L’iniziativa benefica si inserisce all’interno del progetto “One Day Stop Cervical Cancer in Women”, promosso dalla Fondazione nel 2010 e sostenuto dall’azienda attraverso la creazione di un’applicazione finalizzata a favorire la raccolta fondi

Avanade, inoltre, metterà a disposizione una serie di tecnologie presso gli ospedali locali, come un Surface PRO dotato di Windows 8, Office, un account Skydrive e Skype per la gestione delle conferenze: il fine è quello di consentire l’interazione in remoto e la condivisione di informazioni nell’ambito di progetti di formazione a distanza, agevolando il collegamento tra i medici del Ghana e quelli italiani. 

Questo il commento di Anna Di Silverio:

«Sono molto orgogliosa di prendere parte ad un’iniziativa di straordinario valore come questa e ringrazio la Fondazione per aver consentito la nostra partecipazione. Grazie a questo progetto, accolto con grande entusiasmo da parte di tutta Avanade, ci proponiamo di aiutare ad aumentare l’attenzione sulla gravissima condizione delle donne in Ghana, diffondere i valori sociali che caratterizzano la nostra azienda e valorizzare la funzione importante che può svolgere la tecnologia in situazioni disagiate come nel caso degli ospedali ghanesi.»

=> Leggi i dati sulla presenza rosa nei CdA delle aziende italiane