Palmer, miglior executive dell?anno

di Chiara Basciano

scritto il

Il manager inglese che si nasconde dietro Marchionne

Le capacità finanziarie, la sobrietà e saper mantenere la calma nei momenti più difficili hanno portato il Detroit Free Press a scegliere Richard Plamer come miglior Executive dell’anno nel settore automotive.

=> Scopri la classifica Forbes

Se infatti è Sergio Marchionne il volto di Fiat in realtà il giornale svela come dietro di lui si celi Palmer, che è stato fondamentale per la fusione tra la casa automobilistica torinese e Chrysler.

In particolare sono state apprezzate le sue mosse proprio per quanto riguarda la fusione, momento molto delicato e che ha richiesto una serie di delicate operazioni finanziarie. Mostrando grande modestia Palmer si dichiara molto contento della nomina, ma sminuisce il suo ruolo indicando come il lavoro di Fiat Chrysler sia reso possibile da un’insieme di persone, capaci di lavorare in armonia.

=> Vai ai CEO più sexy

Ma la rivista, al contrario, evidenzia come sia stato fondamentale per sviluppare in ogni dettaglio la fusione e il suo futuro, grazie ad un piano quinquennale capace di calcolare le proiezioni dei volumi di vendita per tutti i marchi della società.
Dal 2003, anno in cui si unì al gruppo Fiat, fino ad oggi ha lavorato molto, diventando fondamentale per l’azienda e dimostrando come sia possibile cambiare cultura, lingua e modo di lavorare pur mantenendo alti i livelli.

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari