Il tempo libero dei manager

di Teresa Barone

scritto il

Più libri e più sport dal 2005 al 2015: ecco come imprenditori, manager e liberi professionisti trascorrono il tempo libero.

Come trascorrono il tempo libero gli imprenditori, i dirigenti e i liberi professionisti? Se sport e libri sono sempre in cima alle preferenze, la TV sembra passare un po’ in secondo piano come anche le uscite in discoteca.

=> Manager e sport

Lo si evince da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Istat, report che informa sulle abitudini di varie categorie professionali e dal quale si ricavano percentuali interessanti se confrontate con il passato: gli appassionati di lettura sono aumentati complessivamente dal 56,9% al 61,4% dal 2005 al 2015, così come gli sportivi (a praticare attività fisica sono 8 imprenditori su 10, mostrando un maggiore interesse rispetto agli impiegati, operai e pensionati.

Sempre per quanto riguarda la lettura, se cala il numero di lettori di quotidiani ad aumentare è invece la percentuale di coloro che leggono libri. In tema di intrattenimento, invece;

«Gli imprenditori, dirigenti e liberi professionisti preferiscono il cinema (il 67% ha visto almeno un film in sala), le visite a mostre e musei (54,2%), le gite a monumenti e siti archeologici (46,1%, in aumento rispetto al 2005 quando il dato si attestava al 39,4%), gli spettacoli sportivi (40,8%) e il teatro (36,2%). Scende l’interesse per le discoteche: la frequenza passa dal 30,9% del 2005 al 24% del 2015. E se gli spettacoli sportivi, insieme al ballo sono più seguiti dagli imprenditori uomini (rispettivamente il 47% e 24,3%) le imprenditrici superano i colleghi uomini nelle attività culturali, dal teatro alle visite a mostre e monumenti.»