Contratti lavorativi: bilancio di fine anno

di Teresa Barone

scritto il

Il Ministero del Lavro rende note cifre e percentuali relative ai contratti avviati e terminati negli ultimi tre mesi del 2016.

Il terzo trimestre del 2016 ha visto un calo dei nuovi contratti di lavoro dipendente e parasubordinato, con il 5,4% di attivazioni in meno rispetto allo scorso anno.

=> Jobs Act: pregi e difetti secondo i manager

Il Ministero del Lavoro mette in evidenza come siano soprattutto le Regioni del Centro e del Sud a mostrare una riduzione della contrattazione, sebbene ad aumentare sensibilmente siano i contratti di apprendistato, con un incremento del 34% su base annua.

Questi  15.635 contratti in più, secondo il Ministero, sottolineano l’affidabilità e la validità delle nuove misure varate dal Governo per agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro. A subire perdite, invece, sono i contratti avviati a tempo indeterminato.

Per quanto riguarda le cessazioni, sono calate del 3,2% rispetto agli ultimi tre mesi del 2015 e hanno coinvolto soprattutto le lavoratrici donne.

In calo anche le dimissioni, del 17,2%, mentre ad aumentare del 10,8% sono i licenziamenti.

Fonte immagine: Pixabay