Le scuse per non agire

di Chiara Basciano

scritto il

Una lista delle scuse che bloccano i possibili manager in uno stadio embrionale.

Avere grandi idee non vuol dire essere buoni manager, il passaggio infatti non è automatico e ci sono moltissime persone che rimangono ferme a sognare ad occhi aperti. Si tratta di imprenditori mancati che trovano mille scuse per non agire ma che, di fondo, hanno paura di mettersi in gioco.

=> Scopri la paura degli impegni

Il sito americano Inc.com ha stilato una lista delle scuse più comuni che portano questo tipo di persone a non agire. La prima è: non ho abbastanza soldi. In realtà basta davvero poco per avviare un’impresa, il punto è non puntare troppo in alto ma pensare di crescere pian piano. Al secondo posto si addita la mancanza di tempo, scusa valida quando non ci si vuole davvero impegnare, basti pensare alle ore sprecate sul divano o davanti al computer.

=> Leggi la paura del lavoro

Terza scusa è quella di non avere una giusta rete di relazioni. Oggi come oggi invece i social permettono di raggiungere moltissime persone, centrali per il proprio business futuro. Altra scusa è quella di non essere abbastanza competenti, ma non è mai troppo tardi per mettersi a studiare, per conoscere ed imparare. C’è poi chi non si sente abbastanza sicuro della propria idea. Ma non esistono idee perfette, esse migliorano col tempo e con il feedback degli utenti.

=> Vai alla paura di fallire

Ultima scusa molto comune è quella di non voler correre dei rischi, ma chi davvero è convinto di volercela fare deve uscire dalla propria comfort zone e buttarsi in una nuova avventura, correre dei rischi fa parte del gioco, come dice Richard Branson «Nel business come nella vita il rischio è un elemento essenziale. Chi non assume rischi non può avere successo». Basta volerlo.

Fonte immagine Shutterstock

I Video di PMI

Legge 104: agevolazioni per disabili e familiari