Diventare produttivi

di Chiara Basciano

scritto il

Piccoli passi per migliorare la giornata ed evitare le perdite di tempo.

Una giornata di otto ore lavorative a volte non basta. Ci sono giorni in cui in teoria bisognerebbe lavorare il doppio per finire tutto. Utilizzare gli straordinari per concludere il lavoro deve però essere un’eccezione altrimenti si rischia di prendere un ritmo troppo stressante.

=> Scopri la routine per essere produttivi

Per essere produttivi in poco tempo invece a volte bastano pochi piccoli cambiamenti. Prima di tutto bisogna essere organizzati. Il caos infatti rallenta sempre le cose. L’ordine deve essere sia fisico, con una scrivania organizzata, sia virtuale, con anche la scrivania del computer messa in ordine. Le cartelle devono permettere in accesso immediato ai documenti.

=> Vai ai segreti della produttività

Anche le mail devono essere suddivise secondo un ordine logico attraverso filtri e cartelle a seconda dei mittenti. Ogni giorno inoltre deve avere un obiettivo, l’obiettivo generale deve essere sempre presente ma ad esso ne va aggiunto uno quotidiano, che permetta di pensare ad una cosa per volta. Un altro punto fondamentale è imparare a dire no. Essere disponibili e avere voglia di fare non può portare ad un sovraccarico di lavoro. Delegare e dirottare il lavoro altrove è la base di un lavoro condiviso e di una collaborazione attiva.

=> Leggi le regole della produttività

Inoltre il lavoro non dovrebbe mai essere frenetico, ma procedere permettendo dei momenti di meditazione ed analisi di quello che si sta facendo. Le riunioni dovrebbero servire proprio per questo. Per fare il punto della situazione o per risolvere problemi pratici, perdere tempo per altro non fa che complicare le cose.

Fonte immagine Shutterstock