Ecco come cambia il ruolo del CFO

di Redazione PMI.it

scritto il

Factoring digitale, alternativa per la gestione finanziaria in azienda: il punto al Congresso Nazionale ANDAF e le soluzioni Credimi per i CFO.

A Milano, ANDAF ha celebrato i suoi primi 50 anni durante il suo Congresso Nazionale. L’evento, occasione per effettuare una riflessione sugli scenari economici attuali e sulle azioni necessarie per aiutare le imprese a vincere le sfide future, si è svolto durante una due giorni al Pavillon di Piazza Gae Aulenti: “Costruiamo oggi il successo di domani”, il titolo dell’evento, nel quale si è trattato, in particolare, il tema della digitalizzazione delle imprese e dell’impatto dell’intelligenza artificiale sulla valorizzazione delle risorse umane.

Quali attività e quali strategie occorre attuare oggi per preparare le imprese al futuro? Quali azioni, da mettere in atto sin da ora, costituiranno domani la chiave del successo? Quale organizzazione sarà la più adatta? E come proteggersi dai rischi?

Sono sfide chiave per i CFO di oggi – spiega Roberto Mannozzi, presidente di ANDAF – perché deve creare i presupposti per l’azienda per essere presente sui mercati in modo vincente.

Tutto ciò che la trasformazione digitale mette a disposizione, ovvero nuovi strumenti, efficienza e capacità di competere ben vengano. Il CFO non è più l’uomo chiuso nella sua stanza ma deve guardare avanti ed essere il partner del CEO e dei suoi colleghi, per cercare elementi che possano leggere il futuro.

In questo contesto si inseriscono le soluzioni di factoring digitale di Credimi, che si definisce “il potere in più dei CFO”:

Il ruolo di questa figura è profondamente cambiato – spiega Ignazio Rocco di Torrepadula, fondatore e CEO di Credimi – perché gli si chiede di prendere decisioni in modo molto rapido, ma anche di supportare le decisioni di altri con informazioni e analisi più profonde rispetto a prima.

Ma quali soluzioni possono nascere con il factoring digitale per i professionisti del Finance?

Il factoring digitale è un modo di prezzare, valutare, cedere e finanziare i crediti commerciali molto più veloce e flessibile, come su singole partite di credito o portafogli più grandi in modo più immediato e con meno vincoli rispetto al passato.