Boom dell’online advertising in USA

di Paolo Iasevoli

scritto il

La pubblicità a stelle e strisce sceglie sempre di più internet come mezzo preferito. Nel 2006 è stata toccata quota 17 miliardi di dollari, il 35% in più rispetto all'anno precedente

Mentre le statistiche annunciano fuochi d’artificio per il 2007, la pubblicità online non smette di stupire e segna un nuovo record negli Stati Uniti.

Secondo l’indagine pubblicata oggi da IAB e PwC, il 2006 è stato un anno splendente per l’advertising su internet. Il fatturato ha raggiunto l’invidiabile cifra di 17 miliardi di dollari, aumentando del 35% rispetto al 2005.

La parte del leone in questo successo è giocata dalla pubblicità tramite i motori di ricerca, che con 6,7 miliardi di dollari rappresenta il 40% del fatturato, con Google che festeggia mangiando circa i 3/4 della torta.

Le maggiori aspettive risiedono però nel video advertising, un settore che stenta ancora a mostrare tutto il suo potenziale. Il formato, sempre più diffuso su internet grazie al successo di siti come YouTube, rappresenta una grande attrattiva per gli investitori.

Le opportunità di advertising messe a disposizone dai filmati online sono infatti notevoli, e vanno dalla possibilità di poter inserire annunci multimediali a un maggior coinvolgimento dell’audience. Tuttavia, rispetto al 2005 non c’è stato un’incremento in questo settore, anzi, ha compiuto un passo falso scendendo dall’8 al 7%.

Non c’è dubbio che, una volta che anche i video inizieranno a catalizzare gli investimenti, la pubblicità online conoscerà un’ulteriore spinta verso l’alto.