Come diventare un consulente di fiducia per le imprese

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Le caratteristiche del perfetto consulente di fiducia e le aziende ritenute consulenti più affidabili secondo la recente indagine Nemertes Research.

IBM, SAP, Unify, Microsoft, Oracle sono le cinque società che risultano le aziende consulenti per le imprese più affidabili secondo la recente indagine “Consulente di fiducia per le imprese” realizzata, come ogni anno, dalla società di consulenza Nemertes Research sulle aspettative e le necessità dei professionisti dell’IT, le caratteristiche fondamentali che i fornitori devono possedere e su quelle che sono le società di fiducia. Il report è stato redatto intervistando oltre 1.100 decisori di settore.

Identikit del consulente di fiducia

Per rendere un’azienda un consulente di fiducia per i clienti è necessario possedere 5 caratteristiche chiave:

  1. competenza (sulle tecnologie e sugli strumenti di business specifici del settore e sulla realtà aziendale in cui opera);
  2. credibilità (background di successi, solide referenze, buona reputazione, valore misurabile);
  3. gestione dei contatti proattivo e reattivo (risponde prontamente a ogni necessità o preoccupazione del cliente, è sempre raggiungibile, non interferisce se non necessario);
  4. carattere (onesto, affidabile, piacevole, condivide i valori dell’azienda cliente);
  5. ispirazione (lungimirante e pieno di idee).

«Le aziende nominate consulenti di fiducia per le imprese hanno le capacità, le caratteristiche e il branding per stabilire partnership estremamente preziose con i propri clienti. I responsabili IT hanno grande bisogno di supporto per sfruttare al meglio le tecnologie utili a far progredire il loro business. I responsabili IT non cominciano nemmeno a sviluppare una strategia senza prima rivolgersi a un consulente di fiducia disposto a sedersi attorno ad un tavolo insieme a loro», spiega Robin Gareiss, vice presidente esecutivo e fondatore di Nemertes Research.

Le top 12

Tra le dodici aziende d’eccellenza in grado di fornire nuove prospettive, idee ed esperienze e sviluppare strategie incisive, di notevole rilievo la posizione raggiunta da Unify, neonata società – ex Siemens Enterprise Communications, che si merita una menzione tra le big classificandosi al terzo posto. Il punteggio più alto Unify lo ha ottenuto per quanto riguarda competenza, credibilità e carattere. «Siamo molto onorati di essere stati selezionati. Cerchiamo di creare con i nostri clienti relazioni di collaborazione proficue, per aiutarli a trasformare il loro modo di comunicare e collaborare e sostenerli nel potenziamento e nell’ottimizzazione delle loro risorse umane. Nel panorama competitivo di oggi, crediamo che la nostra capacità di fornire soluzioni di comunicazione innovative e nuove idee ed esperienze su misura per le esigenze di ogni singolo cliente sia una chiave fondamentale per il nostro successo», ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Unify in Italia, Riccardo Ardemagni.

La classifica completa è così composta:

Trusted Advisors

  1. IBM
  2. SAP
  3. UNIFY
  4. MICROSOFT
  5. ORACLE
  6. APPLE
  7. CISCO
  8. SPRINT
  9. EMC
  10. HP
  11. AT&T
  12. VMWARE

Strategic Partners

  1. SUNGARD
  2. NOKIA
  3. CITRIX

Potential Advisors

  1. SAMSUNG MOBILE
  2. MCAFEE
  3. GOOGLE
  4. CA TECHNOLOGIES
  5. COMCAST BUSINESS
  6. CORE LOGIC
  7. AMAZON
  8. NETAPP
  9. UNISYS
  10. CSC
  11. MOTOROLA
  12. MOBILITY

Commodity Providers

  1. DELL
  2. SYMANTEC
  3. ADOBE
  4. SALESFORCE.COM
  5. VERIZON
  6. CDW
  7. AVAYA
  8. EQUINIX
  9. BLACKBERRY
  10. FUJITSU
  11. RED HAT
  12. CENTURYLINK/SAVVIS

Per maggiori informazioni consulta la ricerca di Nemertes Research