Facebook fa spazio agli inserzionisti

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Il CEO di Facebook anticipa un'importante innovazione sui servizi rivolti alle aziende, in grado di permettere agli inserzionisti la creazione di profili per promuovere soluzioni e prodotti

Il CEO di Facebook, Mark Zuckerberg, ha anticipato le novità introdotte all’interno del social network a partire dalla prossima settimana, tra cui anche la possibilità per gli inserzionisti di creare profili a scopo promozionale.

La versione rinnovata di Facebook sancirà definitivamente la fine della distinzione netta tra profili personali e pagine pubbliche, permettendo anche alle aziende di creare i loro profili online e sfruttare un’altra importante novità: gli aggiornamenti in tempo reale dei contenuti inseriti dagli utenti, di cui scrive lo stesso Zuckerberg sul blof ufficiale di FB.

Scomparirà quindi l’attuale tempo di attesa – di circa 10 minuti – tra l’inserimento dei dati e l’effettivo aggiornamento delle pagine, consentendo così alle pagine delle imprese di trasformarsi da semplici vetrine per i prodotti a veri e propri spazi virtuali dell’azienda, tramite cui comunicare con i propri consumatori.

Aumenta così considerevolmente la capacità di interazione di Facebook con il restante cyberspazio, permettendo di condividere informazioni in tempo reale e abbattere i muri che precedentemente lo rendevano un ambiente poco aperto.

Le novità che si preparano a vedere la luce, dovrebbero consentire a Facebook di catturare l’interesse dielle imprese, interessate a promuovere la propria immagine e i propri prodotti anche attraverso le pagine del più noto tra i portali di social networking.

È evidente come il portale continui a cercare nuove modalità per generare incassi attraverso gli annunci pubblicitari, data la vastissima base utenti quantificata in 175 milioni di unità. Si tratta però di un mercato al momento difficile, con una spesa relativa alle inserzioni pubblicitarie in continua contrazione per tutto il 2009.

I Video di PMI

Facebook locations per chi ha più sedi fisiche