Quel che dicono di noi su Twitter: per email, con Twilert

di Alfredo Bucciante

scritto il

In un mondo in cui – inutile sottolinearlo – le informazioni circolano in enorme quantità , è sempre più importante tenere d'occhio chi parla di cosa in Rete, soprattutto se di noi (di un nostro servizio o della nostra azienda), e Twitter è sicuramente uno delle sedi virtuali più strategiche in questo senso.
Ci viene in aiuto Twilert, un servizio che tecnicamente non richiede neppure di essere iscritti a Twitter, perché fa viaggiare le informazioni mediante resoconti email, a un orario giornaliero prestabilito.

La prima fase consiste nell’abilitare il proprio account (Google o Twitter): in sostanza si associa al servizio un indirizzo email presso cui si riceveranno successivamente i resoconti.

Subito accanto, si può impostare la ricerca.

Un modulo di base consente di inserire in alto i termini da cercare, sia come testo libero che con un nome utente o un hashtag (cioè il codice formato da un cancelletto e una parola che convenzionalmente individua gli argomenti su Twitter).

In basso, l’orario in cui si desidera ricevere la comunicazione, che può essere inserito in maniera informale, tipo “everyday at 2 PM”.

Cliccando su advanced search options si aprono invece tutta una serie di potenzialmente utili alternative per filtrare i risultati in maniera diversa. Ad esempio indicando un intervallo temporale, una lingua, un mittente, un luogo e una distanza da esso e la presenza di link.

Una volta creato un Twilert si può gestire dall'area inferiore, dove andando su on o off si può decidere se attivarlo o meno, oltre ovviamente a modificarlo semplicemente cliccando sopra al suo titolo.