Flat tax per consulenti in pensione

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Alberto chiede

Sono pensionato che svolge attività di consulenza amministrativa. Il mio reddito di lavoro autonomo è inferiore a 30.000 euro annui e, ai fini della dichiarazione dei redditi, viene cumulato ai redditi da pensione, con conseguente tassazione ordinaria. Con la flat tax cambia qualcosa? I miei redditi di lavoro autonomo potranno essere tassati a parte con la flat tax o continueranno ad essere cumulati con i redditi da pensione?

Barbara Weisz risponde

La ringrazio per la domanda, che solleva un punto molto importante, ovvero quello della compatibilità della flat tax con i redditi da pensione. In realtà, non sembra che al momento si possa dare una risposta univoca: la legge ha abolito il precedente limite di 30mila euro da lavoro dipendente (o da pensione) che consentiva di applicare sotto tale soglia il regime dei minimi. Prevedendo solo l’esclusione nel caso in cui il lavoro autonomo sia esercitato anche nei confronti d imprese con le quali c’è stato rapporto di lavoro dipendente nei due anni precedenti.

Forse servono ulteriori chiarimenti per capire esattamente quale conseguenza abbia l’eliminazione del tetto dei 30mila euro sulla cumulabilità. In mancanza di specifica esclusione, si potrebbe pensare che la compatibilità sia prevista; ma in questo caso, vista la nuova formulazione, bisognerebbe ritenere che non ci siano limiti al compenso da lavoro dipendente. Per intenderci, potrebbe accedere al regime forfettario un lavoratore con reddito da dipendente di 100mila euro.

MI sembra più probabile ritenere che la ratio sia quella di separare flat tax e lavoro dipendente.

La terza possibilità è che il tetto di 65mila euro, al di sotto del quale si può applicare la flat tax, si possa riferire alla somma fra compensi professionali a partita IVA e stipendio. Ma se così fosse, la legge avrebbe dovuto specificarlo (come chiarisce che vale la somma di tutte le attività eventualmente svolte con differenti codici Ateco).

In definitiva, premesso che lei può senz’altro continuare ad applicare la tassazione ordinaria come sta già facendo, mi sembra possibile che dal 2019 possa anche scegliere la flat tax sui redditi da lavoro autonomo. Ma le ripeto: è una interpretazione, in mancanza di ulteriori chiarimenti.