Tratto dallo speciale:

Decreto Ecobonus ed Efficienza Energetica approvato

di Barbara Weisz

scritto il

La Camera approva la legge di conversione del Decreto Efficienza Energetica ed Ecobonus: guida alle misure approvate, con le novità degli ultimi emendamenti inseriti.

Via libera al Decreto Ecobonus (Dl 63/2013 sulla prestazione energetica in Edilizia) dalla Camera, che ha approvato il testo della legge di conversione contenente la proroga delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica: il governo si impegna a rendere il Bonus Energia del 65% stabile dal 2014 (leggi i dettagli) ed estende gli incentivi a nuovi interventi. Il Decreto torna in Senato in terza lettura per l’approvazione definitiva entro il 5 agosto: non sono previsti cambiamenti al testo uscito da Montecitorio (scaricalo).Fra le variazioni al testo originale spiccano l’estensione delle detrazioni 65% per adeguamento antisismico per prima casa e immobili produttivi delle imprese in zone ad alta pericolosità identificate dalla Protezione Civile. Ecobonus anche per l’incremento dell’efficienza idrica e installazione di impianti domestici, produttivi e agricoli di depurazione delle acque nei Comuni dove è stato rilevato il superamento del limite massimo di tolleranza di arsenico. C’è infine l’impegno ad agevolare ulteriori interventi: schermature solari, micro-cogenerazione e micro-trigenerazione per il miglioramento dell’efficienza energetica, efficientamento idrico, sostituzione delle coperture di amianto negli edifici (=>leggi di più sul bonus ristrutturazioni).

Legge di conversione: misure approvate

EDILIZIA: Bonus ristrutturazione al 50%: detrazione fiscale fino al dicembre 2013 con tetto massimo di spesa di 96mila euro per singola unità immobiliare (dopo questa data tornerà al 36%); l’incentivo si spalma su dieci anni, in rate uguali. Bonus Mobili ed elettrodomestici: con stesse scadenze e regole, ma fino a 10mila euro (vedi in dettaglio). Ecobonus: al 65%, esteso a fine anno (o al 30 giugno 2014 per lavori sull’intero condominio) e con impegno a renderlo permanente alla sua scadenza. Edifici a energia quasi zero: entro il 2020 dovranno essere a energia quasi zero tutti gli immobili di nuova costruzione, in base a un piano d’azione da elaborare entro il giugno 2014. APE: l’Attestato di Prestazione Energetica sostituisce la Certificazione ACE, necessario per operazioni di vendita e locazione e valevole per dieci anni (vai alla Guida sulle ristrutturazioni edilizie). ALTRO: CIG: incremento del fondo per la cassa integrazione in deroga 2013 di 47,8 milioni di euro per il 2013 e di 121,5 milioni per il 2014. IVA: niente aumento dal 4 al 21% dell’aliquota sui libri di testo, c’è invece l’incremento per i gadget di giornali e riviste. Sale invece dal 4 al 10% l’aliquota su bevande e merendine dei distributori automatici.

I Video di PMI

Ecobonus Condomini