Ddl Semplificazioni: Fisco, imprese, Lavoro

di Barbara Weisz

scritto il

Ddl Semplificazioni punto per punto: tutor per avvio imprese, appalti facili per PMI, fiscalità per Società tra Professionisti, snellimenti per tutti, novità su Privacy, Agricoltura ed Edilizia.

Approvato il Ddl semplificazioni, provvedimento complementare al Decreto Fare (leggi tutte le misure), con ulteriori snellimenti burocratici per cittadini e imprese con un focus su Fisco, Edilizia ed Appalti.

Vediamo i punti principali che riguardano le imprese e i professionisti.

Avvio d’impresa

Attivi presso i SUAP (sportelli unici attività produttive), i tutor d’impresa aiuteranno le aziende a sbrigare le pratiche, fornendo informazioni su normative da applicare e adempimenti per l’esercizio d’impresa, applicando le best practice intermininisteriali, redatte assieme a Regioni, ANCI, Unioncamere e associazioni di imprese, online sul portale “impresa in un giorno” (leggi di più).

=>Confronta con le semplificazioni per imprese del Decreto Fare

Edilizia

Si semplifica la realizzazione di varianti ai permessi di costruire che non costituiscono variazioni essenziali, assoggettandole alla SCIA (segnalazione certificata inizio attività), purchè ci siano conformità alle prescrizioni urbanistico-edilizie, gli atti di assenso in materia ambientale e paesaggistica e quelli previsti dalle altre norme di settore (antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie) e da quelle relative all’efficienza energetica. Tali segnalazioni costituiscono parte integrante del procedimento relativo al permesso di costruire dell’intervento principale e possono essere presentate prima della dichiarazione di ultimazione dei lavori.

=> Leggi anche le misure per l’Edilizia del Decreto del Fare

Lavoro

L’onere di segnalare all’INAIL le certificazioni mediche di infortunio sul lavoro e di malattia professionale passa dal datore di lavoro al medico. La visita precedente alla ripresa del lavoro è obbligatoria solo nel caso di patologie correlate ai rischi professionali.

Fisco

Credito d’imposta: gli interessi sui rimborsi in conto fiscale sono erogati contestualmente al rimborso stesso senza che il contribuente debba presentare apposita istanza.

Spese di rappresentanza: raddoppia a 50 euro (da 25,82 euro) il valore unitario degli omaggi per cui è ammessa la detrazione IVA (così uniformato alla deducibilità ai fini delle imposte sui redditi).

Vitto e alloggio dei professionisti: se sostenute dal committente, le spese non costituiscono compensi in natura per i professionisti che ne usufruiscono.

Società tra professionisti: si applica, anche ai fini IRAP, il regime fiscale delle associazioni senza personalità giuridica tra persone fisiche. La norma vuole risolvere alcune incertezze interpretative (approfondisci le Stp).

Imprese dello spettacolo: uniformata la percentuale di detrazione forfettaria dell’IVA per le operazioni di sponsorizzazione con quella prevista per le spese di pubblicità.

Successione: per eredità sotto i 75mila euro i beneficiari sono esonerati dalla dichiarazione se si tratta di coniuge o parenti in linea retta e se l’eredità non comprende immobili o diritti reali immobiliari (l’attuale soglia per l’esonero è pari a 50 milioni di lire).

Ammortamento finanziario: eliminata la preventiva autorizzazione per poter dedurre quote di ammortamento finanziario in caso di concessioni relative alla costruzione e all’esercizio di opere pubbliche.

=> Leggi anche le novità fiscali nel Decreto del Fare

Appalti

Per agevolare la partecipazione delle PMI le stazioni appaltanti dovranno motivare lla mancata suddivisione dell’appalto in lotti (sotto il controllo dell’Autorità per la Vigilanza sui contratti pubblici).

Le amministrazioni aggiudicatrici possono far ricorso a centrali di committenza, anche per l’affidamento dei contratti di concessione di lavori.

In caso di risoluzione di un rapporto concessorio per motivi attribuibili al concessionario, gli enti finanziatori del progetto possono evitare la risoluzione designando una società che, entro 120 giorni, subentri al posto del concessionario.

L’introduzione di nuove norme nazionali non fondate su standard comuni europei di sicurezza ferroviaria deve essere limitata al minimo e subordinata ad un’analisi economica sui sovraccosti e tempi di implementazione. Obiettivo:ridurre l’overdesign delle opere ferroviarie e stradali.

Privacy

Ai fini del trattamento dei dati personali previsto dal Codice della Privacy, qualsiasi imprenditore, anche individuale, è considerato e trattato come persona giuridica, escluso quindi dal trattamento dei dati personali ivi previsto. (=> Privacy, consulta il Vademecum del Garante).

Ambiente

Novità sulla messa in sicurezza e la bonifica con il duplice fine di difendere l’ambiente e recuperare aree, anche ai fini produttivi. Semplificati alcuni passaggi burocratici dei procedimenti di VIA (valutazione impatto ambientale), VAS (valutazione ambientale strategica) e AIA (autorizzazione integrata ambientale).

Agricoltura

Esclusi dall’obbligo di iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali gli imprenditori agricoli che effettuano direttamente il trasporto di rifiuti pericolosi e non pericolosi di propria produzione.

Possibilità di assunzioni collettive di lavoratori da parte di gruppi di imprese facenti capo allo stesso gruppo o riconducibili ad uno stesso proprietario ovvero ad uno stesso nucleo familiare.

Semplificata la contabilità degli imprenditori agricoli: il registro di carico-scarico può essere tenuto dalla cooperativa agricola di cui l’imprenditore è socio.